Healing Spree, prime impressioni

Healing Spree, prime impressioni

Dall'editore indie Milk Bottle Studio arriva il nuovo simulatore ospedaliero cooperativo. 


Basta guardare anche solo il trailer su Steam per capire però che di simulazione effettiva questo gioco ha ben poco. Ciò non vuol dire che il titolo non meriti, ma sicuramente non rientra in quella cerchia di giochi di simulazione effettiva. Dopo i primi minuti di gameplay si ha come l'impressione di avere a che fare con una sorta di "Overcooked", dove lo scopo principale non è cucinare ma gestire i pazienti di un pronto soccorso. 

Stetoscopio in mano e via, frotte di pazienti e posti letto limitati. Saprete gestire il tutto da soli? la risposta è quasi scontata : NO.

Quasi impossibile riuscire a completare i livelli senza la collaborazione di qualche altro player, che nello specifico può essere locale o online, grazie anche al remote play di Steam.
Questo rende il gioco un'occasione per passare una serata in compagnia dei vostri amici; di presenza o a distanza il divertimento e le risate sono assicurate.

L'unico obbiettivo è curare i pazienti, e farlo velocemente. Così velocemente che spesso non userete le buone maniere. Avrete quindi pazienti e oggetti che spesso voleranno da una parte all'altra del pronto soccorso, accompagnati o lanciati, l'importante è salvarli tutti!

I personaggi nelle movenze e nelle apparenze sono molto simili a quelli di "Fall Guys", e ciò rende il tutto ancor più esilarante. 

Grasse risate e momenti di frenesia vi metteranno alla prova in livelli sempre più complessi e difficili. Spesso in alcune situazioni dovrete stare attenti oltre che ai pazienti, alla vostra incolumità, sia per l'eventuale contagio di alcune malattie, sia per gli scenari fantasiosi messi su dai creatori.

La lobby iniziale vi pemetterà anche di effettuare scherzi ed agguati agli altri player. Un fendente di una spada laser o un colpo di mitra, fa poca differenza, il "no sense" di questa cosa dà vita ad un gioco nel gioco, che spesso vi divertirà più del gioco stesso.

Le potenzialità che Healing Spree diventi un nuovo passatempo di gruppo, come è stato AmongUs, ci sono. Le coop permettono 4 player contemporanei, di cui almeno 3 serviranno per riuscire a superare determinati livelli. Credo che sia solo una limitazione della beta, ma qualora dovessi sbagliarmi sarebbe l'unica cosa veramente negativa del gioco. Se non si ha quindi la partecipazione di qualcun altro diventa praticamente ingiocabile a meno che non sarà reso possibile unirsi con altri giocatori online.

Le musiche simpatiche e le grafiche colorate danno un tocco ancor più spensierato agli scenari. La quantità di Easter Eggs è incredibile.

 

Se cercate qualcosa che vi faccia divertire e ridere fino alle lacrime, Healing Spree sembra essere il gioco adatto a voi!

Che aspettate? Provate anche voi la demo scaricabile gratuitamente da Steam.

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Marco Gibilisco aka GbFoNZiE:  webmaster,tecnico informatico e manutentore reti di professione, capo scout, fotografo,noob-gamer e divoratore di serie nel tempo libero.

Ultimi articoli dell'autore: