HOT TUB: Twitch risponde alle lamentele

HOT TUB: Twitch risponde alle lamentele

Chiunque sia passato su Twitch nelle ultime settimane avrà sicuramente sentito parlare, o probabilmente avrà assistito, a una delle tante live con il meta HOT TUB, una live Just Chatting dove streamers per lo più femminili intrattengono il pubblico in costume, immerse in una vasca idromassaggio (o in delle più tristi piscinette gonfiabili).

Le discussioni che ne sono seguite sono state innumerevoli, e il meta HOT TUB è entrato, tra battute e discussioni più o meno accese, nelle live di molti streamers famosi in tutto il mondo. La controversia in questione riguarda il fatto che, secondo alcuni, queste tipologie di live sarebbero contro il regolamento di Twitch sulla divulgazione sessuale. Da qui si sono create due correnti di pensiero opposte tra chi sostiene che non ci sia niente di male e di sessuale nel guardare una ragazza in bikini in una vasca idromassaggio che parla con i followers a cavallo di una banana gonfiabile, e chi invece è convinto che ci sia una sorta di allusione sessuale da parte di chi fa questo tipo di live, puntando quindi ad attirare il pubblico più per quello che c'è da vedere che per i contenuti portati. A queste discussioni si aggiunge inoltre il pensiero più o meno comune di molti streamers della piattaforma secondo il quale, al di là del fine sessuale o no delle live, questo tipo di trasmissione andrebbe a creare una sorta di concorrenza scorretta a chi invece con impegno porta contenuti e format più seri. 

Kaitlyn Siragusa, meglio conosciuta online come Amouranth, ha avuto un'esplosione di seguito da quando ha utilizzato le vasche idromassaggio nelle sue live, guadagnando quasi mezzo milione di follower dalla fine di marzo. In una recente intervista ha dichiarato apertamente che secondo lei i dati mostrano che le persone arrivate per le HOT TUB poi restano per altri contenuti come "giochi e altre attività". Sostiene quindi che Twitch stia assistendo ad un enorme aumento/afflusso di persone provenienti da piattaforme esterne, persone che probabilmente diventeranno utenti ricorrenti. Il meta sta generando molta condivisione mentale e stuzzica la curiosità delle persone. Quindi di conseguenza, secondo il suo pensiero, l'opinione che le HOT TUB  "allontanino gli spettatori dagli altri creators" è errata.

In questa faida continua, si è finalmente espresso uno degli esponenti di spicco della piattaforma. 

Il capo creator development di Twitch, Marcus "djWHEAT" Graham, è recentemente entrato nella mischia e ha chiarito la posizione della piattaforma di streaming sul meta. In un recente stream "Just Chatting", ha spiegato che Twitch sta “tenendo d'occhio" le live hot tub per assicurarsi che nulla di ciò che accade in esse vada contro le politiche dell'azienda.


Allo stato attuale, Graham e Twitch credono che le donne in costume da bagno siano perfettamente accettabili per quanto riguarda le linee guida di Twitch. Detto questo, sembra che la società agirà qualora in futuro accadesse qualcosa che vada oltre l'attuale situazione.

"Abbiamo osservato da vicino", ha spiegato Graham. "La nostra politica in materia di nudità e abbigliamento consente l'uso di costumi da bagno in un contesto appropriato e le vasche idromassaggio rientrano in tali criteri."

"Ciò che non è cambiato è che i contenuti sessualmente allusivi ed espliciti non sono consentiti secondo le linee guida, ai sensi dei Termini di servizio, e Twitch interverrà quando ci verrà segnalato".

 

Di conseguenza sembra proprio che per il momento le HOT TUB continueranno ad esistere fino a quando ci saranno persone disposte a guardarle, o fino a che qualcuno dei creators si spingerà oltre.

Una delle opzioni, che sembra non abbiano preso in considerazione, sarebbe quella di creare una categoria per inquadrare questo tipo di live, lasciando il Just Chatting a chi effettivamente non fa altro che interagire con la propria chat. In questo caso però lo stesso Twitch dovrebbe ammettere l'allusione sessuale e ghettizzarla in una categoria definita. Tutto ciò porterebbe ad un paradosso, in quanto quel tipo di contenuti, come spesso ribadito, è fuori dal regolamento della piattaforma. 
La cosa certa è che la controversia continuerà ancora per molto tempo.

 

Personalmente credo che ognuno sia libero di esprimersi e mostrarsi per come vuole, ma credo anche che non si debba giocare con l'intelligenza delle persone. Per un uomo e sopratutto per un adolescente (la categoria più presente su Twitch), una live del genere sicuramente di primo impatto non attrae per i contenuti interessanti. È fisiologicamente indiscutibile che il corpo di una donna susciti interesse al genere maschile, che sicuramente è più "debole" sotto questo punto di vista. Di conseguenza Twitch dovrebbe fare una scelta: riconoscere la libertà di espressione, modificare il proprio regolamento e creare una categoria del tipo "sexy" che possa contenere un certo tipo di live, senza ovviamente cadere nell'esplicita allusione sessuale. Questo permetterebbe ad ognuno di scegliere adeguatamente la categoria di appartenenza e di "competere" nel panorama che interessa, evitando, di contro, l'idea che per poter avere un cospicuo seguito bisogna fare solo quel tipo di live. 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Marco Gibilisco aka GbFoNZiE:  webmaster,tecnico informatico e manutentore reti di professione, capo scout, fotografo,noob-gamer e divoratore di serie nel tempo libero.

Ultimi articoli dell'autore: