GAMES

Star Wars: Squadrons - La recensione

Star Wars: Squadrons - La recensione

Tanto tempo fa in una galassia lontana, lontana.. c'era Origin, ovvero la famosa piattaforma di EA che dal 2 Ottobre ha rilasciato Star Wars: Squadrons, un gioco basato sull'universo di Star Wars.

Attenzione però, non aspettatevi di poter impersonare i vostri amati personaggi della mitica serie di film, ma il gioco vi farà creare un vostro pilota (1 per ogni fazione) che seguirà la storia in maniera alternata di Rao Highmoon, dello Squadrone Vanguard della Repubblica, e Case Kassandora dello Squadrone Titan dell'Impero, durante le vicende che seguono la battaglia di Endor e la distruzione della seconda morte nera.

Il titolo, giocabile anche con visore VR, offre quindi una campgna singleplayer molto avvincente dove ci troveremo a guidare i famosi Ala-X oppure i TIE imperiali (e molti altri) e ci farà seguire le vicende di nuovi personaggi dell'universo Star Wars, con chiari riferimenti ai film della saga, permettendo agli amanti della saga di poter fare i collegamenti con molte vicende viste su grande e piccolo schermo.

Oltre alle missioni Singleplayer avremo anche la possibilità di competere in battaglie multigiocatore in 2 diverse modalità: Duelli spaziali (Dogfight), ovvero la classica modalità deathmatch oppure Battaglie di Flotta, simile alla prima modalit,à ma con lo scopo principale di distruggere la nave bandiera del nemico (Star Destroyer per l'impero e MC per i ribelli); questa modalità è disponibile VS giocatori oppure VS IA.

Entrambe le fazioni dispongono di 4 classi differenti di navi: Caccia, Intercettore, Bombardiere e Supporto (tutti modelli TIE per impero - mentre per i ribelli avremo a disposizione Ala-X, Ala-A, Ala-Y, Ala-U), e ogni nave è personalizzabile sbloccando i vari potenziamenti guadagnando livelli in modo da rendere più versatile il nostro stile di gioco.


Oltre a poter personalizzare l'equipaggiamento della nave potremo modificare l'estetica del nostro personaggio e delle nostre navi, cambiando simboli, colori o abbellendo i nostri interni con ciondoli e pupazzi che saranno tutti sbloccabili tramite la Gloria (la valuta in gioco), guadagnabile affrontando le battaglie on-line.

Il gioco a livello tecnico risulta ben ottimizzato e visivamente splendido e molto immersivo, e risulta anche giocabile con schede video più datate. Forse la carenza di molte modalità multiplayer potrebbe risultare alla lunga un po ripetitiva ma confidiamo che futuri aggiornamenti aggiungano nuove modalità.


Per i piloti più fortunati, c'è anche l'opzione VR...

La prova della versione VR del titolo è stata effettuata da Eughenos, l'unico tra noi fortunato possessore di Oculus Rift. Questa è la sua esperienza diretta.

Siamo rimasti incredibilmente colpiti da questo titolo anche nella modalità VR. La prima frase è stata “Finalmente un gioco per VR che non sembri semplicemente un meraviglioso mini-gioco”.
Premettendo che ormai ho superato le 400 ore di esperienza con la realtà virtuale in generale, ho desiderato, oltre a provarlo personalmente, coinvolgere anche altri due membri del nostro staff (Sir_Ale e Stain) che invece sono dei veri novellini in ambito VR. Questo per assicurarvi una recensione quanto più critica ed oggettiva possibile ed offrire una visione da “new VR player” e “old VR player”.

Partendo proprio da ciò, congiuntamente, abbiamo notato un’immersività davvero “alle stelle”. Stupendi gli ambienti, i mezzi ed i vari personaggi che si possono incontrare durante la campagna o durante i briefing pre-match. Entrati a bordo delle varie astronavi presenti siamo subito rimasti sbigottiti di fronte alla meravigliosa ambientazione e ricostruzione dell’interno del abitacolo. La più grande tentazione è stata subito quella di toccare con le mani tutte le lucette, leve e pulsanti presenti.
Ma qui purtroppo è arrivato il primo sospiro… Non è presente alcuna compatibilità tra i controller del visore VR (Oculus Rift) ed il gioco. Si esattamente, bisogna usare la tastiera o meglio ancora noi abbiamo usato un controller Xbox. Abituati all’esperienza vissuta in altri titoli credevamo si potesse fare qualcosa in più con le mani virtuali invece questi piloti di Star Wars sono un pochino troppo impagliati. Certo il gioco supporta, con alti e bassi a quanto pare, l’utilizzo di sistemi HOTAS, ma ahimè ne eravamo sprovvisti.

Veniamo ora al punto più importante e che sicuramente vi interesserà di più.
Il gameplay è assolutamente uguale alla versione non VR, quindi se vi sono piaciuti i vari video disponibili sul tubo senz’altro la modalità VR sarà di vostro gradimento. Ecco che arriva però il secondo sospiro… la modalità VR ti permette di vestire a tutti gli effetti il personaggio e quindi pilotare come se fossi il pilota. Cosa significa questo? Ai meno abituati di VR potrebbe dare un po’ di mal di “astronave” (sensazione di disorientamento o fastidio) perché per inseguire un avversario possono essere necessarie manovre e rotazioni veloci così come seguire con lo sguardo il target da eliminare mentre il proprio veicolo va in un’altra direzione. Ci permettiamo di consigliare sicuramente parecchie ore di “addestramento” prima di buttarsi subito nella mischia.

La “maledetta feccia ribelle”, ovvero la fazione della nuova repubblica, presenta mezzi con abitacoli di pilotaggio molto spaziosi con grande possibilità di vedere ciò che ti circonda mentre gli “sporchi imperiali” possiedono veicoli con visuale meno estesa. E’ quindi nostro consiglio per chi poco avvezzo con il visore VR di iniziare a combattere il mal di “astronave” con i caccia imperiali.
Risoluzione e personalizzazione grafica sono ad un livello potremmo dire accettabile per l’Oculus Rift anche se ci aspettavamo un super sampling maggiore come riscontrato nella versione non-VR.

Concludiamo dicendo che ci siamo assolutamente divertiti, che vi consigliamo l’acquisto del titolo se appassionati alla serie ed all’ambientazione, con l’augurio/speranza di avervi nella nostra fazione durante il prossimo combattimento spaziale.


Che la forza sia con voi!


7.8Voto KotaWorld.it7.5Grafica8Gameplay8Ottimizzazione

 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Alessandro Bertasini, Veronese dal 1991; in arte Sir_Ale o quando l'username è già stato preso Thebigbertalex. Impiegato in una ditta di trasporti di giorno e gamer la sera.
Appassionato di videogiochi fin dalla tenera età, si avvicina grazie allo zio possessore di ps1 al mondo videoludico. Assiduo giocatore di ruolo e da tavolo, per lui ogni occasione è buona per iniziare una sessione di D&D per questo non si separa mai dai suoi fedeli dadi.

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.