GAMES

Dustoff Z - La Recensione

Dustoff Z - La Recensione

E' sempre la solita storia, per un motivo o per un altro il mondo viene invaso dagli zombie e i pochi sopravvissuti si barcamenano per sfuggire agli affamati mangiacervelli un giorno dopo l'altro. In Dustoff Z, però, non imbracceremo un fucile o una mazza da baseball per sfondare i crani dei non morti, bensì una cloche, per pilotare un elicottero e sorvolare scenari di devastazione popolati da orde di zombie per portare a termine le nostre missioni. Sviluppato da Zordix e Invictus Games, Dustoff Z è disponibile dal 15 ottobre per PC (piattaforma su cui abbiamo provato il gioco), Ps4, Xbox One e Switch.

 

Get to the Choppa'

Nei panni di un poliziotto pilota di elicotteri dovremo portare a termine brevi missioni con vari obiettivi: proteggere dei convogli, salvare dei sopravvissuti circondati da orde di zombie, o raccogliere risorse. I comandi sono pochi, ma non propriamente intuitivi. Per decollare bisogna premere contemporaneamente A e D, tenendo premuto solo A andremo a sinistra, premendo solo D, ovviamente, andremo a destra. Rilasciando i tasti l'elicottero perde quota e si prepara ad atterrare. Durante le missioni saremo accompagnati da 2 passeggeri armati di fucile che a nostro comando spareranno agli zombi. Non si può mirare, l'IA decide in base alle statistiche dei nostri compagni se il colpo andrà a segno oppure no. Durante le missioni non dovremo solamente tenere d'occhio gli zombie, che possono lanciare oggetti verso di noi o addirittura saltare per attaccarsi all'elicottero, ma anche i vari ostacoli ambientali che dovremo schivare nonchè le 3 barre in alto a sinistra nello schermo, rappresentanti il carburante disponibile, l'integrità del velivolo e la quantità di munizioni ancora disponibili. Potremo inoltre manovrare un gancio di traino per trasportare oggetti, sia perchè la loro consegna è richiesta per il completamento di un obiettivo, oppure semplicemente per usarli come arma, grazie a una fisica tutto sommato accettabile.

 

All'interno di ogni scenario è presente una safe zone, all'incirca a metà, in cui potremo atterrare per rifornirci, inoltre uccidendo zombie essi dropperanno, randomicamente, munizioni, salute o carburante per riempire le barre e permetterci di proseguire senza atterrare, esponendoci all'attacco da parte delle orde. Completare le missioni ci permetterà di collezionare monete, ingranaggi e scatolette di cibo, necessarie per migliorare le statistiche dei nostri tiratori e l'equipaggiamento del nostro elicottero. Salendo di livello potremo sbloccare nuovi modelli di velivolo e nuovi membri dell'equipaggio, tra i quali si "nasconde" qualche easter-egg carino.

Dopo il primo impatto iniziale, purtroppo, il gioco diventa ben presto abbastanza ripetitivo: ci ritroveremo infatti a sorvolare scenari tutti molto simili, portando a termine i soliti 2-3 obiettivi, con l'unica eccezione delle boss fight, in cui dovremo combattere contro zombie giganti e dove le nostre skill verranno messe a dura prova, o meglio, dove la nostra fortuna verrà messa a dura prova, visto che per sopravvivere dovremo spesso affidarci ai drop randomici di salute o munizioni, rendendo il tutto ancora più luck based che skill based.

In conclusione

Il titolo è realizzato con uno stile grafico cartoon poligonale, un po' grossolano ma tutto sommato piacevole. Ed è proprio grazie appunto all'art-style scelto che Dustoff Z gira in maniera fluida nonostante la presenza di numerosi eventi a schermo, anche se non neghiamo di essere incappati più volte in freeze o noiosi loop della musica di background. Si ha comunque la persistente sensazione che il titolo sia disponibile su tutte le piattaforme tranne quella che più gli si addicerebbe: il mobile gaming. Dustoff Z potrebbe essere un ottimo giochino per passare il tempo su cellulare durante spostamenti sui mezzi pubblici o durante la pausa pranzo a lavoro. Un titolo che diverte, per poco, ma tende a finire nella pila di giochi acquistati (magari ingolositi dal prezzo, inferiore ai 10€) e ben presto abbandonati.

6.2Voto KotaWorld.it5.5Gameplay7Ottimizzazione6Grafica

 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Appassionato di videogames, cinema e musica, nel tempo libero frequenta l'Università con il folle obiettivo di laurearsi. La sua carriera videoludica inizia nel lontano '98 grazie a un Nintendo 64 seguito poco dopo da un GameBoy Color. L'incontro con picchiaduro del calibro di Tekken 3 e Mortal Kombat 3 lo porta ben presto ad abbandonare la troppo politically correct Nintendo per lanciarsi nelle braccia di Sony. Dopo anni di fedeltà e amore (platonico) per Kazuo Hirai, passa alla PC Master Race e fonda, insieme ad altri amici, dapprima il team KotA e poi KotaWorld, per il resto...beh staremo a vedere. 

Ultimi articoli dell'autore:


Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.