Recensione: Heat Signature

Recensione: Heat Signature

Heat Signature pubblicato su Steam il 21 Settembre 2017 da Suspicious Developments; convince i videogiocatori con il 94% di recensioni positive.

Gioco frenetico ma con delle meccaniche molto semplici. La "mappa" di gioco (anche se sembrerebbe più la porzione di una nebulosa) presenterà una serie di stazioni spaziali divise tra loro in base all'influenza di 4 differenti fazioni; il nostro scopo sarà quello di guadagnare territorio per il nostro schieramento sottraendo le varie stazioni spaziali dall'influenza delle altre potenze.

A inizio partita dopo un breve tutorial verremo catapultati immediatamente su una di queste basi spaziale dove dovremo scegliere tra 4 personaggi (generati randomicamente) seduti ad un bar, questo personaggio sarà il nostro mercenario che dovrà affrontare missioni di diversa difficoltà per guadagnare influenza per la propria fazione per poter piano piano liberare le varie basi.

Le missioni che il gioco ci proporrà saranno tra le più svariate ma il punto focale del gameplay è quello di salire a bordo delle navicelle delle altre fazioni con l'ausilio del nostro "pod" e completare l'obbiettivo che avremo selezionato a inizio missione (i più svariati sono: rubare della tecnologia, uccidere un nemico specifico, salvare una persona ecc...) aumentando la difficoltà aumenterà la grandezza della navicella che dovremmo abbordare, il numero dei nemici presenti e le armi/tecnologie di cui dispongono.

Gli assalti pertanto non dipendono solo dalle nostre capacità stealth ma giocherà a nostro favore l'equipaggiamento di cui disporremo, infatti alcune missioni saranno impossibili da completare senza l'equipaggiamento adatto in quanto i nemici potrebbero essere invulnerabili ad un certo tipo di arma o avere dispositivi che non permetterebbero di utilizzare l'equipaggiamento, rendendo il nostro obbiettivo praticamente irrealizzabile.

Con il progredire delle missioni saremo in grado di liberare nuove basi e nuove tecnologie rendendo il nostro personaggio sempre più versatile, di contro però più i successi del nostro personaggio si susseguono meno sarà possibile sbloccare insediamenti in quando la progressione delle varie liberazioni è dovuta dalla nostra fama e più ne abbiamo meno i nostri successi incideranno sulla progressione spiegato dal fatto che ormai la bravura del nostro personaggio è diventata scontata.

Pertanto quando sentiremo che il nostro personaggio ha fatto il suo tempo, a quel punto potremo decidere di pensionarlo e continuare la nostra partita con una nuova recluta. Il gioco di basa sulla morte permanente senza possibilità di ricaricare la partita, tutto quello che faremo sarà irrimediabile pertanto è vitale pianificare tutte le nostre mosse in anticipo.

il gameplay in se è molto minimale ma allo stesso tempo estremamente funzionale, la visuale è dall'alto e con la barra spaziatrice saremo in grado di mettere in pausa il gioco, permettendoci di cambiare, utilizzare contemporaneamente oggetti e armi, per creare devastanti combo contro i nostri avversari.

Il gioco al momento è in vendita su Steam al costo di 12,99€. Lo consigliamo a quei giocatori che cercano giochi "veloci" per un intermezzo videoludico senza la pretesa di una storia o di una lore incredibile di fondo. Il prezzo è ben bilanciato rispetto all'esperienza di gioco fornita. l'unica pecca forse è che a lungo andare potrebbe risultare leggermente monotono.

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Alessandro Bertasini, Veronese dal 1991; in arte Sir_Ale o quando l'username è già stato preso Thebigbertalex. Impiegato in una ditta di trasporti di giorno e gamer la sera.
Appassionato di videogiochi fin dalla tenera età, si avvicina grazie allo zio possessore di ps1 al mondo videoludico. Assiduo giocatore di ruolo e da tavolo, per lui ogni occasione è buona per iniziare una sessione di D&D per questo non si separa mai dai suoi fedeli dadi.

Ultimi articoli dell'autore: