📰 KotaNEWS 📰

Un mondo di notizie GAMES e MOBILE

Construction Simulator - La Recensione (PC)

Construction Simulator - La Recensione (PC)

 


Construction Simulator è tornato: più vasto ed entusiasmante che mai! Prendi il controllo di oltre 70 macchinari, alcuni del tutto inediti per questa serie, e inizia a costruire in completa libertà su due mappe immense, da solo o con gli amici!

(Negozio Steam)


 

I videogiochi simulativi sono oggigiorno sempre più frequenti e famosi. Solo nell'ultimo periodo abbiamo recensito titoli come: Electrician Simulator, Ultimate Fishing Simulator 2, Train Life: A Railway Simulator, Bus Simulator 2021, Lawn Mowing Simulator e Ranch Simulator. Pensavate avessero finito le idee? Construction Simulator cerca di asfaltare la concorrenza e imporsi come miglior simulatore nell'ambito delle costruzioni. Ci sarà riuscito? Vediamolo assieme!

 

STORIA E GAMEPLAY

Possiamo finalmente trovarci al cospetto di un simulatore in cui la storyline è stata sviluppata in maniera decisamente più attenta di altri titoli simulativi. Lo scenario iniziale è quello di un' emergenza climatica che ha danneggiato alcuni contesti urbani, ed il nostro protagonista è chiamato ad intervenire quale esperto di macchine operatrici e scavatrici. Tramite una serie di piccole missioni di liberazione delle strade da materiale franato, o di riparazione di tetti/strutture antropiche, ci viene somministrato un tutorial notevolmente semplificato che, allo stesso tempo, ci offre un primo impatto leggermente più delicato rispetto alla complessità delle attività di costruzione che si potranno notare successivamente. Durante questa prima fase alcune cose ci hanno subito bloccato e fatto storcere il naso.

 

 

Il primo aspetto è sicuramente la visuale della telecamera che è impostata di default come fissa e regolata dal gioco stesso, impedendoci di avere una panoramica necessaria attorno all'area di lavoro. Ciò rende l'esperienza molto fastidiosa, ma fortunatamente nel menù impostazioni è possibile sbloccarla per rendere il tutto più sensato. E' poi presente un'incompatibilità con alcuni controller, che impedisce di poterli utilizzare senza smanettare con le impostazioni di Steam e di gioco, il che frena ancora di più l'entusiasmo iniziale.

Questi due "empasse" che il gioco ci pone subito davanti rischiano di offuscare alcune chicche invece assolutamente presenti come la bellezza grafica e funzionale del parco mezzi disponibile ed utilizzabile. Troviamo infatti brand tra i più famosi del settore, con delle realizzazioni eccellenti ed animazioni ben studiate che ci fanno immergere a pieno nella sensazione di essere dei veri costruttori. Proseguire con la storia, accettando missioni nuove in giro per la città, sarà il trampolino di lancio nella gestione della nostra azienda, permettendoci così di crescere sotto moltissimi aspetti sia economici che organizzativi nonchè gestionali.

 

 

Le missioni coinvolgono, per esempio, la realizzazione di un parco pubblico, l'asfaltatura di alcune porzioni di strada, la costruzione di alcune realtà commerciali o abitative, con un livello di strumentazione e mezzi sempre crescente. Abbiamo notato però che se Construction Simulator in molti aspetti brilla di un'ottima luce propria, in altri fa acqua da tutte le parti: L'ergonomicità tra controller e macchinario non è sempre scontata, ed in alcuni momenti è fin troppo fastidiosa. Se in altri titoli quali Farming Simulator alcune funzioni quali accensioni luci, cambio delle marce o attivazione di bracci meccanici è realizzabile tramite combinazioni di tasti (es. L1 + triangolo o L2+R2+cerchio) su Construction Simulator tali combinazioni di tasti nel controller sono estremamente limitate.

Preserviamo ancora dei dubbi sulla possibilità di attivare la guida a marce manuali, così come l'attivazione della modalità costruttore. Ancora una volta ci troviamo quindi davanti ad un'alternanza tra un gioco con un grande potenziale e uno che ha completamente trascurato alcune meccaniche fondamentali, legate imprescindibilmente alla quality of life del titolo stesso. Ultima, ma non meno importante, è l'elevata ripetibilità delle missioni, che segue sempre lo stesso pattern, risultando in alcuni casi noiosa e poco "costruttrice", così come esageratamente "logistica". Credevamo si potesse costruire e demolire di più, invece in molti casi ci troviamo semplicemente a trasferire il materiale dal deposito/negozio al cantiere per poi in pochi click attuare la parte costruttiva.

 

 

Su Construction Simulator è presente un multiplayer cooperativo. Un dettaglio che ha fatto sognare molti di noi che da anni speriamo in un maggior interesse da parte delle case di sviluppo alle modalità cooperative nei loro titoli, in modo da poter godere di esperienze di gioco indimenticabili con i propri amici. In questo titolo abbiamo riscontrato un piacevole gameplay collaborativo, che smorza sicuramente la monotonia del single player e lascia spazio alla sinergia tra giocatori, così come dimostrato pure su altri lidi (cough...Farming Simulator...cough). Poca chiarezza è però riscontrabile nella gestione dell'esperienza maturata e della progressione della storia nelle sessioni multiplayer di cui non si è host. Crediamo che questa modalità di gioco abbia evidente possibilità di crescita futura, rappresentando per il titolo un ottimo punto di forza e sosteniamo fermamente che vada migliorata e perfezionata urgentemente.

 

 

GRAFICA

Graficamente parlando questo titolo si presenta molto bene, con una grafica notevole e assolutamente adatta al contesto di gioco. Siamo rimasti colpiti dalla fedeltà dei vari mezzi presenti e disponibili nel negozio. La comparazione di tali brand con le fotografie dei modelli reali è degna di un plauso, permettendo di sentirci veramente all'interno dei vari mezzi, veri e propri protagonisti indiscussi. Pariamo quindi di modelli 3D, texture ed animazioni quasi perfette in moltissimi aspetti. Le criticità più significative, come purtroppo si sta notando sempre di più nel panorama videoludico, sono legate all'ottimizzazione del carico/utilizzo sulla GPU. Nonostante non siano richiesti molti fps per poter giocare discretamente, ci siamo trovati davanti ad un gioco che al 98% di utilizzo di una RTX3080 ha avuto difficoltà a superare i 60 fps, a qualsiasi impostazione grafica offerta dal menù. Sappiamo bene come l'ottimizzazione sia un lavoro che richiede tempo, ma in questo caso ci è sembrato che, anche semplicemente navigando nei menù, l'esperienza fosse troppo simile ad un early access più che a un gioco completo.

 

 

 

CONCLUDENDO

Construction Simulator è una vera e propria altalena di emozioni: in alcuni momenti l'immersività rende il gioco affascinante ed attraente, per poi diventare subito dopo noioso ed esageratamente macchinoso in alcuni aspetti che potrebbero essere semplificati e ottimizzati. Finalmente abbiamo davanti a noi un prodotto simulativo che possiede una storyline degna di essere citata in una recensione, anche se molto semplice e non estremamente coinvolgente, portandoci spesso a saltare i dialoghi senza troppe cerimonie. La grafica infine ci dà la possibiltà di apprezzare molto la fedeltà dei vari macchinari presenti, ma con un costo prestazionale difficile da supportare (e sopportare) anche per schede grafiche di ultima generazione (ancora per poco visto l'imminente arrivo delle RTX 4000).

Il livello di sviluppo attuale è quindi quello di un titolo early access a cui va data fiducia, attendendo di essere ripagati con contenuti gratuiti e maggiore ottimizzazione che ci auguriamo gli sviluppatori sapranno fornire il prima possibile. Sosteniamo fortemente che siamo di fronte a un gioco il cui prezzo, attualmente, è troppo alto di almeno una decina di euro (34,99€ al momento della recensione). KotaWorld lo consiglia quindi agli appassionati disposti a seguirne lo sviluppo e credere che la grande quantità di lavoro che il titolo ancora richiede venga ben presto colmata.

 

6Voto KotaWorld.it6Gameplay5.5Ottimizzazione6.5Grafica

 

 

 

 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Di professione si alterna tra essere un Biologo marino ed docente di Biologia e Chimica in un Liceo. Fin da piccolo è cresciuto seguendo i saggi consigli del padre, un giocatore assiduo di Nintendo 86 (NES) e provando con una grande curiosità ad imparare ogni cosa riguardo la gestione di un computer, il relativo problem solving e la conseguente manutenzione. Fonda i KotA con altri tre intimi amici, gestendo prima il canale discord e dal 2019 dirige questo magazine tramite l'aiuto di cari amici del gruppo KotA staff.
Il suo punto forte? Essere un temibile factotum autodidatta dalla curiosità morbosa. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

 Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

 

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

 

/images/Editors2/Fraggo/fraggo_scritta.jpg

images/Editors2/Fonzie/gb_scritta.jpg

 

images/Editors2/Noldor/noldor_scritta.jpg

 

/images/Editors2/Stain/Stain_scritta.jpg

 

/images/Editors2/War/war_scritta.jpg

 

Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Functional
Tools used to give you more features when navigating on the website, this can include social sharing.
Twitch
for Twitch's player
Accept
Decline
Essential
These cookies are needed to make the website work correctly. You can not disable them.
Joomla
Accept
Cookies Allert
Accept
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline
Marketing
Set of techniques which have for object the commercial strategy and in particular the market study.
DoubleClick/Google Marketing
Accept
Decline