GAMES

Industria - La Recensione

Industria - La Recensione


Introduzione di Steam:



INDUSTRIA è un classico sparatutto in prima persona che ti catapulterà in un universo parallelo di poco antecedente alla fine della Guerra Fredda. Nella fredda ambientazione steampunk dovrai cercare un tuo collega di lavoro scomparso e decifrare un oscuro passato e verranno sollevate grandi questioni morali. La sera della caduta del muro di Berlino, una giovane donna si immerge a capofitto in una dimensione parallela per ritrovare il suo collega di lavoro scomparso in circostanze misteriose. Mentre i posti di blocco di Berlino Est sono ancora invasi da folle di persone, Nora fugge da questo mondo, in strati di tempo sconosciuti e in un destino sconosciuto.

STORIA

Berlino, 9 novembre 1989. Le strade sono affollate. Migliaia di auto attraversano la barriera tedesca dopo quattro decenni di separazione.

Il muro è stato abbattuto e il governo non conosce ancora cosa sta accadendo. Nello stesso momento, un uomo scompare all'interno di una struttura di ricerca vicino a Berlino Est.

E' il tuo collega Walter e il suo messaggio è arrivato troppo tardi. Torni all'ufficio dove la sicurezza di Stato sta distruggendo le prove del progetto di studio.

La ricerca di Walter ti porta al centro dello stabilimento, nel cuore dell'universo, dove il tempo si ferma.

Quando si aprirà il sipario? Alla fine, delle cose orribili e una responsabilità ti immergeranno sempre di più in uno strano, ma allo stesso tempo familiare mondo.

 


 

ASPETTI IMPORTANTI

  • Storia profonda: Vivi l'esperienza di un classico sparatutto in prima persona guidato dalla storia con circa 4 ore di gioco
  • Retro Shooter-Gameplay: Niente tacca di mira, niente campanelli e fischietti - solo una soddisfacente sparatoria
  • Atmosfera stretta: Tuffati in un mondo amorevolmente progettato, pieno di mistero e surrealtà lincea
  • Pericolo mortale: Nemici in agguato dietro ogni angolo - difenditi con 4 armi diverse
  • Scenario unico: Berlino al momento della caduta del muro incontra un mondo surreale di steampunk
  • Colonna sonora sperimentale: Sintetizzatore, strumenti acustici e voce malinconica



 

Costo: 19,99 euro

Piattaforma: Steam

 

 

 

KotaWorld ha provato per voi questo titolo indie, fermandosi a pensare più volte in determinate situazioni e problematiche. Va sicuramente premesso che essendo una casa di sviluppo INDIE abbiamo cercato di essere particolarmente accorti alle varie vicissitudini che ci portano oggi a presentarvelo. Cercheremo quindi in maniera ordinata di affrontare una recensione che, personalmente, reputo decisamente impegnativa.

STORIA

Come gioco "storytelling" dalla durata di SOLE 4-5 ORE pensare di descrivervi l'intera storia renderebbe insensato giocarla ed apprezzare i pochi elementi capaci di attirare davvero la vostra attenzione. Da subito ci si rende conto che il flusso narrativo è lento, molto semplice e decisamente apatico. Non abbiamo minimamente avuto la sensazione di venire immersi nel racconto o nell'ambientazione di gioco. Crediamo sia forse colpevole il setting decisamente troppo grigiao o l'assenza di interazione vera con NPC che lascia tutto sospeso nel vuoto, ma senza affascinare. Le animazioni, soprattutto quella della macchina della polizia all'inizio, hanno lasciato desiderare ( era già ferma all'inizio della via ancora prima di uscire dal palazzo e visivamente priva di autista o di vita). Non abbiamo poi avuto alcuna sensazione di sorpresa quando ci rivela (SPOILER ALERT - SPOILER ALERT - SPOILER ALERT)

 

che Walter fosse realmente il "Re" di questo universo parallelo. Ci ha ricordato subito troppo "Half Life" e ha azzerato l'interesse verso l'idea di un gioco troppo simile ed un finale che tra l'altro non è stato minimamente interessante, lasciando tutto sospeso nel vuoto. La lore, anche se presente sotto forma di documenti sparsi, ci ha lasciato ancora molte domande senza risposta. Sosteniamo che questa casa di sviluppo abbia potenziale da vendere ma suggeriamo di indirizzare il loro talento verso un storia/idea davvero "nuova". Questo gioco premia l'occhio percettivo ma ci davvero ce l'ha si ritrova subito a disagio per alcune "note" che stonano.

GAMEPLAY

Livello di difficoltà decisamente deludente anche se portato al massimo, meccaniche di gioco semplici ma non introdotte correttamente (vedasi la necessità di rompere tutte le casse in legno per ricercare munizionamenti) e IA con una mentalità troppo semplice sono state probabilmente il colpo di grazia che ci ha fatto concludere il gioco al più presto solo per necessità editoriali. La rigiocabilità, una volta conclusa la storia, è pressoché inesistente data l'impossibilità di esplorare molto le varie location (troppi vicoli ciechi). E' chiaro quindi che 20 euro per un gioco che dura indicativamente 4 ore e non è rigiocabile lasciano un po' interdetti i non appassionati del genere.

GRAFICA

Nonostante il gioco sia stato affrontato con una RTX 3080, impostando ogni valore grafico al suo settaggio massimo, abbiamo notato che c'erano notevoli diminuzioni di framerate e problemi frequenti nell'illuminazione (specialmente con la tecnologia ray tracing attiva). La selezione della risoluzione è sicuramente da rivedere, così come lo stesso menù grafico deve essere perfezionato. L'ottimizzazione generale è scadente, la presenza di bug e glitch (grafici e strutturali) così come la mancanza di rifiniture (grafiche e non) rende l'idea di un gioco indie degno di rispetto ma con la necessità di migliorare per poter giustificare un acquisto di 20 euro.

 

 

 TIRIAMO LE SOMME

Alla luce delle molte segnalazioni che ci siamo permessi di fare in questa recensione, non vogliamo minimante essere disfattisti o distruggere il lavoro RISPETTABILISSIMO degli sviluppatori. Comprendiamo molto bene cosa voglia dire progettare, sviluppare e realizzare un concetto videoludico così complesso. Sosteniamo che, date le potenzialità talentuose presentate in alcune occasioni durante lo svolgimento della storia, la strada per un successo futuro sia sicuramente in salita ma non irraggiungibile visti i risultati ottenuti nel 2012, 2013, 2017 e 2019. Attualmente sconsigliamo l'acquisto di questo titolo ma invitiamo invece a seguire i progressi della Bleakmill.

 

5.5Voto KotaWorld.it6Grafica5.5Ottimizzazione5Gameplay

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Di professione si alterna tra essere un Biologo marino ed docente di Biologia e Chimica in un Liceo. Fin da piccolo è cresciuto seguendo i saggi consigli del padre, un giocatore assiduo di Nintendo 86 (NES) e provando con una grande curiosità ad imparare ogni cosa riguardo la gestione di un computer, il relativo problem solving e la conseguente manutenzione. Fonda i KotA con altri tre intimi amici, gestendo prima il canale discord e dal 2019 dirige questo magazine tramite l'aiuto di cari amici del gruppo KotA staff.
Il suo punto forte? Essere un temibile factotum autodidatta dalla curiosità morbosa. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.