GAMES

Garden Story - La Recensione (PC)

Garden Story - La Recensione (PC)

L’11 agosto è approdato su Steam Garden Story, la nuova fatica di Picogram. È un gioco indie davvero molto originale, soprattutto per il contesto in cui verremo immersi. 

La Storia


Vestiremo i panni di Concord, un piccolo chicco d’uva (sì, avete letto bene) che lavora come giardiniere nell’Hamlet, un luogo bucolico in cui la natura la fa da padrona. Tuttavia, sin dalla primissima cutscene, scopriremo che la tranquillità e l’equilibrio del nostro villaggio sono stati messi a rischio; creature aggressive e pericolose, i cosiddetti ‘Rot’, stanno invadendo e attaccando gli abitanti e le loro attività commerciali, minando la struttura stessa e la sicurezza del nostro piccolo paradiso bucolico. 

Dopo i primissimi minuti di gioco, in cui ci verranno spiegati i comandi e come aggirarci all’interno dello scenario, il precedente guardiano dell’Hamlet ci convocherà dicendo che serve il nostro aiuto per difendere la cittadina di Spring Village; purtroppo, saremo costretti ad abbandonare il nostro piccolo capanno immerso nel folto del bosco per poter iniziare ad avere una parte più attiva all’interno della comunità. Scopriremo, infatti, che fino a quel momento Concord era un giardiniere molto silenzioso e solitario, che raramente si faceva vedere in paese. Il suo unico scopo era prendersi cura della folta vegetazione dell’Hamlet e fare in modo che tutto convivesse in armonia. Grazie al nome del nostro protagonista, non ho potuto non fare un collegamento a Walt Whitman, il celebre poeta americano il quale decise di vivere in armonia in mezzo ai boschi che circondavano la cittadina di Concord, appunto. 

Il gameplay

Addentriamoci ora nel gameplay: gli altri abitanti del nostro villaggio saranno funghi, frutti, simpatiche verdure o piccoli animali con i quali dovremo interagire per srotolare e scoprire la storia principale di Garden Story; le quest quotidiane saranno molto semplici e abbastanza ripetitive, chiedendoci di eliminare qualche ‘Rot’, raccogliere materiale per gli abitanti, riparare strutture o curare la vegetazione. Tuttavia, tramite dialoghi inaspettati con gli NPC sparsi per la mappa, scopriremo via via cosa sta succedendo a Spring Village e perché siamo stati designati proprio noi come custodi e guardiani di questo piccolo angolo di vegetazione. 

I comandi sono molto semplici, tanto da non richiedere l’utilizzo del mouse: potremo fare tutto tranquillamente con la tastiera (cosa molto comoda soprattutto per chi ha sempre il portatile nello zaino e vuole farsi una partita in treno); ho trovato, poi, molto simpatico ed originale il sistema per ripristinare la propria salute: avremo nello zaino un piccolo vasetto di vetro pieno di rugiada che, all’occorrenza, ci spruzzeremo addosso per rinfrescarci (letteralmente) e riprendere le energie. Se si muore, comunque, niente paura! La giornata finisce e si riprende dal mattino successivo, senza perdita di esperienza o soldi, come poteva succedere in titoli dal retrogusto simile come Stardew Valley. 

In Garden Story, inoltre, avremo un sistema semplificato in stile RPG che ci permetterà di potenziare le nostre abilità grazie agli oggetti che troveremo o a quante quest risolveremo. Sarà possibile, esplorando la mappa, trovarsi in luoghi nascosti o particolare, i quali creeranno un ‘ricordo’ in Concord: ognuno di questi, selezionabili al momento di andare a dormire, ci daranno dei boost differenti, quindi scegliete con cura cosa equipaggerete! 

L’unica pecca è, a mio avviso, il fatto che il gioco si possa solo salvare automaticamente alla fine di ogni giornata, quando decidiamo di andare a dormire. Chiedo venia, ma personalmente sono ancora un amante del ‘salva quando ti pare’ o dei posti per salvare sparsi per la mappa in stile ‘Resident Evil’. 

Tecnicamente parlando

Passando al lato tecnico, devo dire che la grafica mi è piaciuta molto. Nonostante sia in 2D e in stile cartoon, è molto ben curata: i colori sgargianti, la ricchezza di elementi sullo schermo e la semplicità dei modelli sono sicuramente uno degli aspetti che mi hanno conquistato di più non appena ho aperto il gioco. La colonna sonora è piacevole e manterrà la nostra mente rilassata mentre sgambetteremo tra una zona e l’altra per completare le nostre quest quotidiane; il suono della pioggia, poi, è reso molto bene sia all’aperto che l’effetto ovattato all’interno di un edificio: sarà estremamente rilassante concludere una giornata intensa di lavoro e coricarsi sulla nostra foglia gigante che funge da letto e far addormentare Concord con il suono dolce della pioggia che batte sul tetto. 

L’HUD è molto pulito e simpatico: in basso a sinistra ci sarà l’immagine di uno zaino con tutti i nostri oggetti equipaggiati; in altro a sinistra un piccolo indicatore ci dirà in che periodo della giornata ci troviamo e quanta vita abbiamo; in basso al centro, invece, una barra gialla ci indicherà la nostra stamina.

Conclusioni

In conclusione si può dire che Garden Story sia un gioco molto piacevole e rilassante, sia grazie alla colonna sonora che alla grafica simpatica. La longevità e i misteri da scoprire vanno a compensare quella che può rivelarsi una discreta pecca, ossia la ripetitività delle quest quotidiane. Tuttavia, la curiosità di scoprire a cosa andremo incontro durante una giornata iniziata normalmente farà in modo che il gioco diventi sempre più interessante man mano che le ore scorrono e le nostre abilità aumentano. Consigliato soprattutto a chi vuole qualcosa per staccare e rilassarsi dalla frenesia degli sparatutto o rpg online; Garden Story è sicuramente una piccola immersione in un luogo bucolico lontano da stress e negatività.

8.2Voto KotaWorld.it8.5Grafica8Gameplay8Ottimizzazione

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo
Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.