GAMES

Glitchpunk - La Recensione EARLY ACCESS (PC)

Glitchpunk - La Recensione EARLY ACCESS (PC)

 

PUNTO DELLA SITUAZIONE SULL'ATTUALE VERSIONE EARLY ACCESS!

 


Glitchpunk si presenta così sul Negozio di Steam:

 


Ispirato ai classici giochi d’azione top-down, Glitchpunk offre un futuro distopico di risse, sparatorie e corse sfrenate. In un mondo spietato di bande, sette e multinazionali, il lavoro per i cacciatori di taglie androidi non manca mai. Carica le armi e accendi il motore!

Con il suo gameplay, Glitchpunk entusiasmerà tutti coloro che sono alla ricerca di azioni adrenaliniche e sparatorie dirompenti delineate da un’estetica cyberpunk. Ispirato ai classici del genere, è un gioco d’azione con vista dall’alto avvolto dai contorni al neon del suo mantello avveniristico. Avrai ampia scelta tra armi da fuoco, armi da mischia e veicoli con cui scatenare l’inferno. Lasciati coinvolgere dalle azioni frenetiche e dagli inseguimenti sfrenati per sfuggire alla polizia, al ritmo della musica futuristica che risuona dalla radio dell’auto che hai rubato.

Corri, potenziati, ruba, spara, guida e apriti la strada nel mondo criminale del futuro. Fatti degli amici, e ancora più nemici. Uccidi o fatti uccidere, anche se questo significa porre fine a tutto ciò che ami.

E non è finita qua: le strade, i vicoli e i grattacieli distopici di Glitchpunk celano anche temi come il transumanesimo, la xenofobia e la religione, oltre a una storia fin troppo umana incentrata sulle relazioni, sulla scoperta di se stessi e sul tradimento. Questo mondo del futuro intriso di sesso e droga pone molti quesiti, ma la certezza sembra restare soltanto una: l’umanità è una questione di prospettive.

Sei un androide dotato di una speciale caratteristica chiamata “glitch”, che ti consente di ribellarti alla tua stessa programmazione. Il tuo intento è destabilizzare i governi tirannici che dominano il mondo post-nucleare, e sei tu a stabilire come farlo. Accetta contratti, guadagna denaro e potenzia il tuo corpo in quattro ambientazioni uniche brulicanti di bande invasate con la tecnologia, imbottite di droghe e controllate da onnipresenti e mastodontiche multinazionali.

Influisci sul destino gerarchico del leader di una banda oppure fai rotolare teste. Potresti guadagnare ben altro oltre al denaro: un alleato, oppure un amico. O, chi lo sa, magari persino qualcuno da amare.

Caratteristiche principali

  • Spietato gioco d’azione con vista dall’alto che offre un ricco arsenale di armi da cui attingere
  • Numerosi mezzi di locomozione tra cui treni, carri armati, motociclette, autobus, camion e, naturalmente, automobili a volontà
  • Sfrenati inseguimenti della polizia e fino a 10 livelli da ricercato
  • 12 bande, ognuna con la propria storia, le proprie missioni e la propria cultura
  • 4 città diverse in ambientazioni che comprendono ciò che resta degli Stati Uniti e una Russia sovietica cyberpunk sullo sfondo di un inverno post-nucleare
    (Al lancio in Accesso Anticipato è disponibile una città. La seconda città è prevista dopo quattro settimane, la terza e la quarta città saranno aggiunte durante il periodo di Accesso Anticipato.)
  • Storia matura con molteplici finali
  • Raro mix di stile grafico con sprite 2D in un ambiente 3D
  • Radio di gioco con musica di artisti di tutto il mondo, arricchita da stazioni radio di notizie e pubblicità inverosimili

 


Questa descrizione espone articolatamente l'idea e l'obbiettivo di questo titolo che abbiamo potuto testare in gioco grazie all'invio di una copia gratuita per la recensione. Parliamo di un concept molto simile ad una fusione tra Cyberpunk e GTA 2(Grand Theft Auto) che lascia ben sperare. Da subito però la cruda verità di questo titolo ci è apparsa con nostro dispiacere. Il gioco ci è sembrato fin dall'inizio troppo macchinoso e difficile da comprendere, dando un'idea di lavoro non ultimato o di pre-alpha. Veniamo all'istante ai dettagli:

1. TUTORIAL

Il gioco presenta nella campagna molti aspetti, personalizzazioni, mappe e HUD permettendoci di capire, già dal suo avvio, che non si tratta di un gioco spoglio o privo di contenuti ma anzi quasi strabordante di informazioni a schermo. Il tutorial offerto però si presenta povero, incompleto e riduttivo per poter comprendere meglio l'ambientazioni, l'utilizzo e le varie sfaccettature. Pochissime informazioni vengono date fin dalla primissima missione con il rischio di trovarci in un senso di confusione generale  verso tutto ciò che ci circonda. I tasti principali per l'utilizzo degli oggetti, delle armi o dell'inventario devono essere maggiormente messi in risalto. La stessa situazione è presente nella modalità "hacking" che dovrebbe permetterci di hackerare la mente delle persone per poterle "gestire" a nostro piacimento ma che è sprovvista di descrizioni più dettagliate. Crediamo sia un aspetto su cui la casa di sviluppo Dark Lord debba necessariamente puntare perché altrimenti ci si trova facilmente a girovagare senza meta, con l'impossibilità di apprezzare la complessità intrinseca del gioco.

 

2. VISUALE

La visuale di gioco è appunto con la vista dall'alto. Più volte ed in più titoli diversi abbiamo gradito questa modalità un po' "vintage", ma come ogni tipologia di visuale presenta sempre degli aspetti negativi che vanno limati per poter rendere il tutto godibile. La problematica quasi emblematica è sicuramente la profondità verticale degli oggetti e delle relative texture. Insomma, per capirci, più è perpendicolare la visuale rispetto al "piano di gioco" più è difficile distinguere per esempio la presenza del marciapiede o addirittura, come abbiamo tristemente notato, la presenza di un fuorimappa (segnalato in minimappa ma visivamente poco chiaro). Non siamo game designer o artisti 3D ma semplici videogiocatori che pensando come tali arrivano a porsi le seguenti domande: "Metterci due lucine sui bordi o una striscia che indichi la differenza di altezza no?". Un altro dettagli che ci ha fatto storcere il naso è l'ingresso negli edifici o il superamento di porte, portoni e sottopassi. Difficile comprendere bene dove siano e la loro morfologia, data la visuale che ne nasconde parzialmente le fattezze. Sosteniamo fortemente quindi vada rivisto qualche aspetto importante per capire ed ancora una volta APPREZZARE il lavoro svolto. L'ambientazione è davvero bella e pure la componente audio merita, ma il tutto rischia di essere penalizzato da questi dettagli.

Per mostrarvi qualche esempio vi abbiamo riportato le immagini sottostanti. Sono state evidenziate le zone oggetto del nostro ragionamento prendendo delle zone "campione" della mappa. E' possibile quindi vedere la difficoltà a primo impatto della profondità verticale degli oggetti siano essi dei marciapiedi, oggetti a bordo strada ed infine delle recinzioni .

 

 

 

3. GAMEPLAY

Il gameplay è il classico di GTA 2 e quindi si presenta da subito abbastanza meraviglioso, caotico ma anche punitivo e demoralizzante in certe occasioni. Quante volte è capitato di fare semplicemente una curva con un mezzo e colpire un civile involontariamente per poi essere inseguiti dalla polizia per parecchi minuti? Bene qui è uguale ma con qualcosa che lo aggrava. La storyline si presenta carina, ben pensata e sicuramente intrigante fin da subito ma le interazioni con le IA (civili, gangster etc etc...) sono ancora un po' troppo ortodosse, mostrando collisioni poco realistiche ed interazioni poco chiare. I dialoghi scritti rischiano di sfuggire al lettore più lento che può trovarsi a non riuscire a leggere l'intero discorso e perdersi degli argomenti/aspetti importanti. Consigliamo quindi introdurre la rimozione facoltativa dello scorrimento automatico dei dialoghi permettendo al giocatore (specie se non madrelingua inglese) di proseguire con il dialogo tramite la pressione di un qualsiasi tasto. I contratti (missioni) non presentano poi alcun checkpoint, il che significa che se il nostro target è divisioni in sottomissioni al fallimento di una qualsiasi fase si è costretti a ricominciare da capo. Ciò è, a nostro avviso, assolutamente demotivante come provato in tantissimi altri titoli. Fallire una missione fa parte del gioco ma non deve mai allontanare il giocatore dal riprovare a svolgerla. Noi invece abbiamo avuto più volte la tentazione di non proseguire nuovamente. E' un ragionamento su cui lo staff sviluppatore deve porre maggiore attenzione.

 

4. GRAFICA

Fortunatamente nella grafica abbiamo invece potuto apprezzare, visuale a parte, uno sviluppo urbano ben articolato con belle componenti e con un assaggio leggermente dark. Lo stile cyberpunk attira molto la curiosità e l'attenzione del videogiocatore che, come nel nostro caso, è curioso di visitare le varie parti della città per poter comprendere e capire lo "stampo" grafico. Non abbiamo problemi nell'ottimizzazione del gioco stesso con cali di fps o strani artefatti su schermo ma confidiamo appunto che una grafica così "vintage" non possa mai deludere la fluidità del titolo stesso.

 

5. CONCLUSIONE

Al momento attuale di sviluppo del gioco non ci sentiamo nella condizione di recensire pienamente questo titolo che, a nostro sincero avviso, ha ancora bisogno di un grande lavoro e crescita in vista del lancio ufficiale della versione 1.0 sul mercato. Crediamo però molto in questo concept, in queste idee e nel potenziale superficialmente esposto, ma capace di diventare facilmente un nuovo gioco "vintage" da avere necessariamente. Ci permettiamo infine di dire che l'acquisto di questo titolo ad oggi non è da noi consigliato se non per aiutare lo sviluppo futuro ed supportare questo progetto. La nostra valutazione attuale non è quindi definitiva ma ci auguriamo di poterla migliorare quanto prima.

 

5.3Voto KotaWorld.it4.3Grafica5Gameplay6.5Ottimizzazione

 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Di professione si alterna tra essere un Biologo marino ed docente di Biologia e Chimica in un Liceo. Fin da piccolo è cresciuto seguendo i saggi consigli del padre, un giocatore assiduo di Nintendo 86 (NES) e provando con una grande curiosità ad imparare ogni cosa riguardo la gestione di un computer, il relativo problem solving e la conseguente manutenzione. Fonda i KotA con altri tre intimi amici, gestendo prima il canale discord e dal 2019 dirige questo magazine tramite l'aiuto di cari amici del gruppo KotA staff.
Il suo punto forte? Essere un temibile factotum autodidatta dalla curiosità morbosa. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.