GAMES

Eximius: Seize the Frontline - La Recensione (PC)

Eximius: Seize the Frontline - La Recensione (PC)

Ambientato in un bellicoso futuro non troppo lontano, Eximius: Seize the Frontline è un ibrido tra FPS e RTS in cui due team di 5 player combattono in prima linea per aggiudicarsi la vittoria. Sviluppato dal piccolo studio indipendente malese Ammobox Studios, Eximius è sicuramente un progetto intraprendente e ambizioso, che punta a conquistare una nicchia di giocatori appassionati sia di sparatutto che di strategici in tempo reale. Dopo una permanenza di quasi 3 anni in Early Access, nonchè svariati problematiche insorte con il precedente publisher, lo scorso 16 marzo Eximius è finalmente uscito nella sua versione 1.0, che abbiamo avuto modo di testare approfonditamente. Vista l'anima profondamente duale del titolo, parleremo prima della sua componente FPS e poi di quella RTS.

La componente FPS: gli Officer

Dei 5 membri che compongono ogni squadra ben 4 faranno parte di questa categoria, gli Officer: soldati dispiegati direttamente in prima linea con il compito di eseguire gli ordini impartiti dal Commander. La maggior parte dei giocatori in ogni partita, quindi, vivrà l'esperienza FPS di Eximius, i cui fondamentali verranno approfonditamente spiegati durante il tutorial iniziale. Purtroppo però, questa è sicuramente la componente meno profonda e soddisfacente del gioco, con un gunplay che sembra uscire direttamente da un anonimo sparatutto della decade scorsa. Le armi risultano quasi identiche le une con le altre, il feedback dato dalle stesse è davvero insufficiente, così come il livello della animazioni (basti pensare che non c'è una vera e propria transizione tra la modalità ADS e quella a spalla).

Come dicevamo il compito degli Officer è combattere in prima persona le forze nemiche, composte, ovviamente, dai 4 Officer nemici, più le forze comandate dall'IA che andranno ad arricchire i ranghi anche del nostro piccolo esercito, e che potremo "comandare" con semplici ordini. Gli oggetti della contesa sono dei particolari punti di interesse nella mappa che, una volta catturati, garantiscono al Commander delle risorse spendibili per costruire nuove strutture (e quindi reclutare più soldati comandati dall'IA), oppure rifornire i nostri soldati in prima linea schierando degli avamposti dove ricaricare le munizioni o comprare potenziamenti per le armi. La vittoria può essere ottenuta in due modi: distruggendo la base nemica oppure catturando un numero sufficiente di punti di interesse da azzerare i ticket della squadra avversaria.

Non mancano anche i mezzi corazzati, minacciose e possenti armi di distruzione che possono facilmente ribaltare le sorti di una battaglia e mandare nel panico le unità di fanteria, ma che possono essere facilmente neutralizzati da un'affiatata squadra di artiglieri. Gli Officer inoltre possono richiedere lo schieramento sul campo di battaglia delle Battle Suit, degli esoscheletri indossabili che garantiscono una potenza di fuoco decisamente superiore a quella di un semplice fante ma che, ahimè, non risultano essere ugualmente decisive per l'andamento della battaglia rispetto ai mezzi corazzati.


La componente RTS: il Commander

Se il comparto FPS risulta essere tutto sommato mediocre, lo stesso non si può dire dell'esperienza RTS di Eximius che, per quanto non profonda come altri strategici puri, risulta godibile e soprattutto determinante: molto spesso ho avuto la sensazione che a determinare la vittoria o la sconfitta di uno schieramento sia stata l'abilità del relativo Commander piuttosto che la mira dei suoi fucilieri. Eximius non porta sicuramente innovazioni nel panorama di strategici in tempo reale, ma sicuramente non sfigura nei confronti di titoli ben più blasonati. Il comandante è l'unico membro della squadra che può alternarsi tra la visuale tattica dall'alto, tipica di ogni RTS, e la visuale in prima persona per combattere a fianco dei suoi sottoposti. Inutile dire che un comandante morto è un comandante inutile, per cui la maggior parte del tempo la passeremo al sicuro nella nostra base a gestire le operazioni e a monitorare dalle retrovie l'andamento della battaglia.

Grazie alle risorse conquistate sul campo dai nostri Officer potremo costruire nuove strutture nella nostra base delle operazioni così da poter arruolare truppe IA da affiancare ai nostri Officer, oppure supportarli schierando un gran numero di truppe specializzate a seconda delle necessità. Sicuramente giocare con degli amici affiatati rende l'esperienza di gioco sicuramente più piacevole, ma per i giocatori più solitari Eximius offre anche un'esperienza single-player (non è presente una Campagna, solo partite singole), che però non è minimamente comparabile con l'esperienza multiplayer, vista la scarsa intelligenza dell'intelligenza artificiale, scusate il gioco di parole.

Tecnicamente parlando

Abbiamo provato Eximius: Seize the Frontline sulla seguente configurazione:

AMD Ryzen 7 3700x @ 3.60 GHz

Gigabyte GTX 1080 8Gb

Kingston Hyper x FURY (2x8Gb) DDR4

Risoluzione 3440x1440 (21:9)

Purtroppo il titolo non è un capolavoro di ottimizzazione. Già durante il periodo di Accesso Anticipato avevo notato prestazioni abbastanza "ballerine", e purtroppo la corposa patch 1.0 non sembra aver risolto granchè. Anche abbassando al minimo i dettagli grafici, la mia fidata 1080 non è riuscita a spremere più di 75 fps, con imponenti cali nel range dei 40fps durante le fasi più concitate. Strano, visto che la GPU raccomandata per un'esperienza di gioco fluida è la sua sorellina minore, la GTX 1070. E' vero che il 2K ultrawide è una risoluzione che inizia a essere impegnativa per la mia scheda, ma vista la veste grafica quasi datata e la semplicità strutturale delle mappe, sicuramente le prestazioni risultano essere un po' deludenti, specie dopo anni di sviluppo.

In conclusione

L'impegno di Ammobox Studios nel voler realizzare un titolo ambizioso come Eximius: Seize the Frontline è tangibile, purtroppo però la ciambella sembra essere riuscita solo a metà: da un lato abbiamo una componente FPS al più mediocre, con un gunplay anonimo e poco profondo; dall'altro invece abbiamo un comparto RTS tutto sommato soddisfacente, e che rappresenta sicuramente l'elemento più riuscito del titolo. Peccato però che in ogni partita solo 2 dei 10 giocatori abbiano la possibilità di vestire i panni del commander, lasciando alla maggior parte del server un'esperienza di gioco abbastanza insoddisfacente. Se a questo aggiungiamo anche un comparto sonoro scarso e ripetitivo, nonchè animazioni un po' abbozzate, l'idea che Eximius  avrebbe richiesto un po' più di tempo e risorse per lo sviluppo fa sicuramente capolino. Tuttavia non ci sentiamo di bocciare completamente questo titolo, viste anche le problematiche legali che gli sviluppatori hanno dovuto affrontare a causa del precedente Publisher. Un titolo di nicchia, questo Eximius, che all'attuale prezzo di vendita su Steam (24,99€) sentiamo di consigliare solo a coloro che sentano profondamente la necessità di giocare a un ibrido FPS/RTS, ma che siano consci di acquistare un titolo tutt'altro che perfetto.

5.8Voto KotaWorld.it6Grafica6.5Gameplay5Ottimizzazione

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Appassionato di videogames, cinema e musica, nel tempo libero frequenta l'Università con il folle obiettivo di laurearsi. La sua carriera videoludica inizia nel lontano '98 grazie a un Nintendo 64 seguito poco dopo da un GameBoy Color. L'incontro con picchiaduro del calibro di Tekken 3 e Mortal Kombat 3 lo porta ben presto ad abbandonare la troppo politically correct Nintendo per lanciarsi nelle braccia di Sony. Dopo anni di fedeltà e amore (platonico) per Kazuo Hirai, passa alla PC Master Race e fonda, insieme ad altri amici, dapprima il team KotA e poi KotaWorld, per il resto...beh staremo a vedere. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.