GAMES

Genshin Impact - La Recensione

Genshin Impact - La Recensione

"Made in China". Quante volte abbiamo letto questa dicitura su capi di abbigliamento, giocattoli, scarpe e quant'altro? Una dicitura che spesso associamo a prodotti contraffati o di scarsa qualità. Bene, questo è stato il mio pensiero, lo ammetto, la prima volta che ho visto un trailer di Genshin Impact. Lo stile grafico mi è da subito sembrato una copia spudorata di "The Legend of Zelda: Breath of The Wild" e, non essendo rari prodotti videoludici cinesi platealmente plagianti giochi ben più popolari, inserii a pieno titolo Genshin Impact in questa categoria. Decisi però che lo avrei comunque provato quando fosse uscito, non avendo avuto la possibilità di provare il capolavoro Nintendo a suo tempo, non possedendo una Switch. Il 28 settembre scorso quel momento è arrivato...

...e maledizione se ho cambiato idea.

Benvenuti a Teyvat

Genshin Impact è un action-RPG free-to-play sviluppato dallo studio cinese miHoYo, già conosciuto per un altro gioco mobile molto popolare, Honkai Impact 3rd. Il titolo rientra nella categoria dei gacha games, giochi in cui è presente una meccanica di "pull" di personaggi e equipaggiamento, molto simile alle macchinette in cui da piccoli inserivamo qualche monetina gentilmente offerta dai genitori per ottenere una pallina salterina o un giochetto di qualsiasi altro genere. Per fare un esempio più vicino ai nostri tempi, pensate alle "loot boxes" dei vari Overwatch o Apex Legends ( tanto per dirne alcuni), con l'unica differenza che nei gacha games non si tenta la fortuna per oggetti puramente cosmetici, ma per veri e propri personaggi giocabili o armi da essi impugnabili, quindi elementi che potranno andare a modificare, e ampliare, la nostra esperienza di gioco in maniera significativa.

Uscito per Windows PC, Ps4 e dispositivi Android e iOS (con versione Nintendo Switch in arrivo), Genshin Impact permette il cross-play e il cross-save, in questo modo potremo inziare la nostra avventura seduti comodamente sul divano di casa, per poi riprenderla in qualsiasi momento dal nostro dispositivo mobile, un'ottima cosa per chi, universitario pendolare come me, deve spesso passare diverse ore al giorno in treno.

Il titolo è ambientato a Teyvat, uno spettacolare mondo medieval-fantasy in cui alcuni individui, tra cui il protagonista che controlleremo, possiedono la Visione, ovvero la particolare capacità, garantita da una delle sette divinità, di controllare uno dei sette elementi e sfruttarlo a proprio favore. La bellezza dell'ambientazione, a cui contribuisce l'azzeccatissima realizzazione grafica, palesemente ispirata all'ultimo capitolo della saga di Zelda, lascia subito a bocca aperta. L'uso sapiente del cell-shading, unito a deliziose colorazioni acquarello, non stanca mai l'occhio del giocatore, ma anzi lo invoglia a esplorare ogni angolo della mappa di gioco, alla ricerca di scorci mozzafiato da screenshottare. L'esplorazione è infatti una delle componenti fondamentali di Genshin Impact ma questa, oltre a non risultare mai stancante o ripetitva, è pure parecchio remunerativa: scrigni nascosti, oggetti da lootare o incontri nemici sono sempre dietro l'angolo, e il completamento di queste attività, solo apparentemente secondarie, ci permetterà di far salire il nostro Adventure Rank.

L'Adventure Rank sarà infatti fondamentale per poter sbloccare le quest che ci permetteranno di avanzare nella storia, così come sbloccare funzioni che ci introdurranno gradualmente, senza mai sopraffarci, a tutte le meccaniche e attività previste dagli sviluppatori. Per esempio, lo shop in game viene sbloccato solo al raggiungimento dell'Adventure Rank 5, la possibilità di combattere in co-op con gli amici al 16, il battle-pass al 20, e così via. L'Adventure Rank è quindi sostanzialmente una raccolta di EXP cumulativa per tutte le attività che andremo a svolgere, siano esse legate alla main quest o meno. In questo modo qualsiasi sia il nostro approccio al gioco, più tendente all'hardcore o al casual gaming, il senso di progresso, almeno nelle prime ore, sarà sempre costante.


Strong Alone, Stronger Together

Sebbene la nostra avventura cominci con un singolo personaggio, il Traveler, uno dei due fratelli protagonisti tra i quali potremo scegliere, ben presto al nostro party si aggiungeranno delle new-entry. In Genshin Impact, infatti, controlleremo fino 4 personaggi, costantemente interscambiabili sia dentro che fuori dal combattimento. Ciascuno di essi dotato di un diverso tipo di Visione Elementale e di stile di combattimento. Inizialmente avremo a disposizione personaggi offerti gratuitamente dal gioco, che si uniranno al party procedendo con le vicende della Main-Quest.

Per ampliare ulteriormente il nostro roster sarà necessario effettuare dei "Wish", che non sono altro che i pull tipici del gacha system. Spendendo i diversi tipi di valuta presenti in game potremo tentare la sorte cercando di acquisire nuovi e potenti personaggi che combattano per noi. Sebbene questo possa far storcere il naso a qualcuno, c'è da dire che la progressione, almeno attualmente, non è strettamente legata all'ottenimento dei personaggi di Tier più alto; in più, cosa che difficilmente ho visto in titoli simili, in alcune quest ci verrà offerta la possibilità di utilizzare i personaggi più potenti sbloccabili, in modo da valutarne effettivamente abilità e stile di gioco. Certo questo è fatto principalmente con l'obiettivo di invogliare ulteriormente il giocatore a effettuare altre pescate, magari sfoderando la carta di credito, ma a onor del vero c'è da dire che, sempre limitandoci alla nostra ventina di ore d'esperienza, il gioco non è assolutamente parco col giocatore, anzi, le ricompense sono molte e permettono di effettuare diversi pull senza spendere un centesimo.

Ogni personaggio potrà equipaggiarsi con una precisa arma, spade corte, Claymore, archi, tomi magici... Inoltre sono presenti 5 slot per amuleti che contribuiscono ad aumentare le nostre stat. Armi, personaggi e amuleti possono essere livellati utilizzando come materiale gli oggetti di scarto o particolari oggetti che servono esclusivamente a conferire esperienza. Questo sarà il metodo praticamente esclusivo di livellare i nostri personaggi, visto che l'esperienza ottenuta dal combattimento è praticamente inesistente. La quantità di oggetti per il potenziamento ottenibili semplicemente giocando è comunque più che sufficiente per livellare con facilità almeno un party completo. Armi e personaggi presentano ovviamente dei level cap che potranno essere superati raggiungendo un determinato Adventure Rank e racimolando gli oggetti necessari all'Ascensione, ovvero il superamento del level cap verso livelli di potenza sempre maggiori.

Master the Seven Elements

Come dicevamo, potremo controllare fino a 4 personaggi contemporaneamente, e sarà importante comporre il party stando ben attenti a combinare in maniera ottimale i vari poteri elementali posseduti dai nostri alleati. Sebbene il combattimento possa sembrare a primo impatto un hack 'n' slash eccessivamente semplice e ripetitivo, con tutti i personaggi che possiedono una solo combo standard di attacco e due sole abilità, una normale e una ultimate, ciò che aggiunge vera profondità al combat system è proprio la possibilità, o meglio la necessità, di sfruttare le proprietà elementali dei nostri personaggi. Potremo sfruttare eroi Pyro per dar fuoco agli scudi nemici distruggendoli, oppure dare fuoco all'erba per creare un'incendio che infligga danno ad area ai nemici accampati; oppure potremo utilizzare eroi Cryo per ridurre il recupero di Stamina dei nemici.

Ciascun elemento inoltre può combinarsi con gli altri, creando effetti ancora più potenti: fuoco e acqua determinano l'effetto Vaporize, infliggendo danni bonus; acqua e ghiaccio determinano congelamento del nemico, garantendoci secondi preziosi per infliggere pesanti danni ai nemici inermi; ancora elettricità più acqua porteranno i nemici a subire danni elettrici finchè rimarranno bagnati. Le combinazioni sono davvero tantissime e diventa davvero importante switchare costantemente i nostri eroi in combattimento, in modo che essi possano unire le loro forze elementali per infliggere più danni possibile. In questo intricato puzzle di possibilità entra in gioco anche l'ambiente, con le sue caratteristiche climatiche o morfologiche, che dovremo saper sfruttare a nostro vantaggio: per combattere i nemici in ambienti acquatici, per esempio, sarà d'obbligo utilizzare eroi Cryo o Electro, in modo da poter infliggere congelamento e danni elettrici prolungati nel tempo.

Una storia...trascurabile

Arriviamo forse a quello che considero il maggior punto debole del titolo: la sceneggiatura. Contando che quello che è giocabile attualmente è solo l'antefatto, o poco più, delle vicende che verranno narrate in Genshin Impact, non ho trovato sicuramente nel proseguimento della narrazione il motivo principale per proseguire la mia avventura a Teyvat. Sebbene ci siano personaggi dei quali è facile innamorarsi (Paimon <3), la maggior parte di essi è comunque estremamente stereotipata, e la trama del gioco pecca assolutamente di originalità. Il problema è che da un gioco free-to-play gacha è normale non aspettarsi granchè in termini di narrazione, ma Genshin Impact ha un livello qualitativo generale talmente elevato che quasi ci si dimentica di non star giocando a un Action-RPG tripla A. Dialoghi lunghi e inconcludenti, con doppiaggio talvolta stucchevole e mal sincronizzato con il labiale dei personaggi, e main quest estremamente dilazionate dalla necessità di proseguire con l'Adventure Rank prima di poter continuare, contribuiscono a rendere la Storia di Genshin Impact un elemento secondario e per molti skippabile.

Genshin Impact è giocabile totalmente in solitaria, tanto da sembrare un gioco single player. La componente co-op è presente e sbloccabile più avanti nell'avventura ma, ahinoi, rappresenta un'altra occasione sprecata. Teoricamente ci si potrebbe unire con altri 3 giocatori per collaborare e affrontare i nemici più ostici. In realtà, se non per aiutare un amico in difficoltà, l'utilità della co-op è praticamente nulla, in quanto presenta limitazioni, come l'impossibilità di ottenere ricompense condivise o aprire i forzieri durante le sessioni, davvero pesanti e quasi punitive, che ci hanno scoraggiati dal continuare l'avventura in compagnia.

Tecnicamente parlando

Abbiamo giocato Genshin Impact quasi esclusivamente su PC, tramite il launcher dedicato, a risoluzione 3440x1440 (2K Ultrawide, peraltro pienamente supportata) ad un frame-rate granitico a 60FPS, anche nelle situazioni più concitate. Purtroppo il frame-rate è attualmente lockato, per non creare un'eccessiva discrepanza con le versioni Ps4 e mobile probabilmente.

In breve, l'esperienza visiva lascia a bocca aperta: esplorare l'universo fantasy medievale ideato e realizzato dagli sviluppatori di miHoYo è una vera e propria goduria, che spinge il giocatore a scalare montagne, planare nelle vallate, ispezionare ogni singolo angolo di una mappa davvero enorme e in continua espansione. Attualmente infatti è possibile visitare la cittadina di Mondstadt, con le sue campagne a circondarla, e la regione di Liyue, palesemente ispirata al folklore cinese. Nel prossimo grande aggiornamento verrà aperta al giocatore anche la regione di Inazuma, questa volta ispirata alla cultura e al paesaggio giapponese.

Ma non sono solo gli occhi a godere degli effetti di luce e delle combinazioni di colori sapientemente studiati, ma anche le orecchie, che vengono accompagnate durante tutta l'avventura da una soundtrack rilassante e che permette una completa immersione nel mondo fantastico immaginato dagli sviluppatori. Unica nota stonata gli schermi di caricamento, accecanti con il loro bianco luminosissimo che, soprattutto durante le sessioni notturne, ha sicuramente infastidito le nostre retine.

Per concludere...

Genshin Impact rappresenta sicuramente un unicum nel vasto panorama di action-RPG asiatici. L'estrema qualità realizzativa che caratterizza l'opera di miHoYo fa quasi dimenticare il fatto che ci troviamo davanti a un gacha-game free-to-play, e la quantità enorme di contenuti presenti attualmente (e destinata ad espandersi in futuro) fa impallidire anche produzioni ben più rinomate. Con le sue atmosfere fiabesche in salsa anime e delle musiche di prim'ordine, il titolo ha già raggiunto un'enorme popolarità anche in occidente, dove sono state registrate più di 5 milioni di pre-registrazioni (a fronte dei 16 milioni in madre patria), rendendolo il titolo cinese con miglior lancio della storia. Sebbene pecchi di originalità, Genshin Impact supplisce con una direzione artistica sublime, un mondo di gioco enorme, completamente esplorabile, nonchè un gameplay abbastanza profondo e appagante, arricchito da più di 20 personaggi giocabili, con molti altri in arrivo. Nonostante sia un gacha game, lo shop non è assolutamente intrusivo, tanto che inizialmente si può anche far fatica a capire dove e come spendere soldi veri, e una volta capito ci si rende conto anche del fatto che, almeno per ora, non è assolutamente necessario farlo per godersi a pieno il viaggio nell'esotica Teyvat. Insomma, che dire di più, scaricatelo e vedrete che riuscirà a conquistare anche i più scettici, come lo era il sottoscritto.

8.8Voto KotaWorld.it9Grafica8.5Gameplay9Ottimizzazione

 

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Appassionato di videogames, cinema e musica, nel tempo libero frequenta l'Università con il folle obiettivo di laurearsi. La sua carriera videoludica inizia nel lontano '98 grazie a un Nintendo 64 seguito poco dopo da un GameBoy Color. L'incontro con picchiaduro del calibro di Tekken 3 e Mortal Kombat 3 lo porta ben presto ad abbandonare la troppo politically correct Nintendo per lanciarsi nelle braccia di Sony. Dopo anni di fedeltà e amore (platonico) per Kazuo Hirai, passa alla PC Master Race e fonda, insieme ad altri amici, dapprima il team KotA e poi KotaWorld, per il resto...beh staremo a vedere. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.