TECH

GameStop, Reddit e la borsa in delirio

GameStop, Reddit e la borsa in delirio

GameStop. Quanti di noi ci sono passati davanti almeno una volta? I centri commerciali ne sono pieni e per come l’ho vissuta io, l’ho sempre reputata una catena di successo perlomeno discreto. Poi il Covid, le prime restrizioni sulla libera circolazione, i lockdown… E i negozi, GameStop compreso, cominciano a faticare. Per una società quotata in borsa però questo significa diminuire di valore (poche entrate = pochi dividendi = pochi soldi a chi possiede azioni) e contestualmente ad una diminuzione di prezzo. C’è gente che su questo ci specula, portando in modo fittivo questi titoli ancora più in ribasso di quello che in teoria sarebbe l’equilibrio di mercato… Ma andiamo con ordine e procediamo ad uno “spiegone”, visto che probabilmente alcuni di voi saranno a digiuno di finanza.

Che voi lo sappiate o no, in borsa non esistono “compra” e “vendi”, ma “long” e “short”. Aprire una posizione "long" vuol dire comprare un titolo sperando che il suo valore salga, aumenti quindi di prezzo e sia possibile venderlo per poi incassare la differenza tra prezzo d'acquisto e quello di vendita. Semplice no? "Short" invece consiste nel prendere in prestito virtuale un titolo e venderlo sperando che il valore diminuisca nel tempo, in modo da poterne poi comprare una copia reale a prezzo ribassato e ridarla a chi il titolo ce l’ha prestato. Anche qui si incassa la differenza, ma si specula sul fatto che il valore di un’azione scenda.

Il mondo della finanza però è come il casinò: il banco vince sempre. In questo caso LE banche. O più propriamente chi di soldi ne ha davvero tanti, come i cosiddetti “hedge funds”, ovvero società che non fanno altro che accumulare capitale e spostarlo da titoli ad altri titoli. Che succede quando il piccolo investitore si mette a giocare in borsa? Succede che di soldi ne ha un tot, solitamente un “tot” molto limitato rispetto a quanto ne abbiano i grossi investitori. Dunque il piccolo investitore, per proteggere il proprio capitale deve impostare dei limiti di perdita oltre i quali non è disposto a sacrificare il proprio portafogli. Se dunque io, Noldor, compro un’azione di GameStop ed il suo valore scende a picco, preferirò vendere a prezzo ribassato sostenendo dunque una perdita, piuttosto di trovarmi di fronte alla possibilità di avere in mano carta straccia.

Supponiamo dunque di comprare un titolo di un’azienda che ispira fiducia. Il signor Hedge arriva e vomita sul mercato tanti piccoli short in modo da formare un volume impressionante (ovviamente io la faccio facile, ma in realtà è un tantino più complesso, visto che questo succede anche in tempi anche piuttosto lunghi) di vendite (lo short di fatto è una vendita di un titolo). Più un titolo viene venduto, meno vale (fin qui tutto facile no? Mi seguite?). Meno vale un titolo, più scende di prezzo. Il povero Noldor è dunque costretto a vendere per far fronte alle sue perdite. Come lui, migliaia di altri investitori causano un effetto a catena che permette al titolo di crollare. Una volta crollato, indovinate chi è che si prende il guadagno? Chi aveva “shortato”, ovvero l’uomo col fucile. E si sa che quando l’uomo con la pistola incontra l’uomo col fucile…

Ma non è finita! Essendo il titolo arrivato a costare poco in relazione al suo valore effettivo, la banca o l’hedge fund avrà i soldi per ricomprare tutte le azioni vendute (e anche di più) ad un prezzo vantaggioso. Il povero Noldor, invece, non si potrà più permettere di investire perché le sue finanze sono limitate e se perde altri soldi, la moglie lo picchia col mattarello.

Le istituzioni ovviamente limitano questi giochetti, mettendo in piedi alcuni meccanismi per evitare le manipolazioni del mercato, ma in parte per connivenza, in parte per lentezza nella legiferazione, questi meccanismi sono facilmente aggirabili... E nel frattempo le aziende che soffrono la svalutazione sono costrette a licenziare (leggetevi questa storia se capite l'inglese).

Fast-forward a fine Gennaio: un gruppo di persone che tra loro si chiamano amichevolmente “debosciati”, “imbecilli”, ecc… decidono su Reddit (subreddit wallstreetbets) di comprare le azioni di GameStop.


Succede che il fenomeno diventa virale e GameStop vede il proprio valore aumentare alle stelle. L’hedge fund “Melvin Capital” che ha shortato pesantemente il titolo vuole proteggere il proprio investimento shortando ancora di più. La GGente sono di più e il titolo sale. Più sale e più persone comprano, più persone comprano e più Melvin Capital è costretta ad arginare le proprie perdite, a questo punto arrivate al limite del sostenibile, di fatto comprando per coprire gli short, dunque aumentando ancora di più il valore di GameStop. A questo punto il titolo è alle stelle. I debosciati festeggiano e mentre c’è chi compra una valanga di Nintendo Switch per donarli ad un ospedale pediatrico, i giornali come il Financial Times tentano di pilotare l’opinione pubblica con un articolo che descrive la situazione in borsa con le seguenti parole: “[…] gli utenti del subreddit wallstreetbets – alcuni dei quali sostenitori dell’estremismo di destra – […]”. Da notare è che wallstreetbets abbia ad oggi SETTEMILIONI di lettori. Praticamente immaginate che un bambino si faccia la pipì addosso su un autobus, loro è come abbiano detto: “[…] i passeggeri di un autobus – alcuni dei quali gran pisciasotto – […]”. Ovviamente il Financial Times si è corretto poco dopo, ma è importante che voi capiate quale fosse il messaggio nascosto, ovvero: “oh, tu… si proprio tu, stronzo. Tu che stai togliendo ai ricchi, ti sei messo a spalleggiare i nazi. Vergogna!”.

Perché succedono queste cose? Ma è ovvio! I grandi capitali hanno tentacoli (ndr: attaccare questo capitalismo non significa necessariamente che io abbia una visione politica di qualche tipo, io mi limito a spiegare i fatti!) in molte grandi aziende, alcune delle quali attive nel campo dei media. Si, ma perché scrivono ciò? Ancora più ovvio. Per far leva sulla coscienza del povero investitore che si sente puntare il dito contro e dunque per paura di essere associato ai nazi, finirà per vendere… Limitando così le perdite di Melvin Capital.

E invece ‘sta botta se la so piata tutti n’der posto. Al grido, anzi a forza di emoticon di #diamondhands 💎🤲, ovvero “mani di diamante”, i piccoli investitori hanno comprato e stanno tenendo le azioni perché a loro je piace er titolo. Altra catchphrase di rito è infatti #ilikethestock ovvero “a me piace questa azione”.

Di seguito a GameStop si sono aggiunte una manciata di altre aziende come AMC Entertainment Holdings (cinema) e addirittura Nokia! Si, perché Nokia di fatto è un’azienda addirittura in profitto, che dall’avvento dei primi smartphone ha tentato in tutti i modi di fare a spallate per tenere una posizione nel mercato. Nokia non è solo 3310, ma ha un portafoglio di tecnologie incredibili, molte delle quali sono impiegate in maniera a tutti noi completamente invisibile. Quindi perché da anni è in declino (immagine sotto)? Speculazione.

La follia degli “imbecilli” (da notare che il piccolo investitore viene chiamato “dumb money” dal grande investitore, ovvero “smart money”) ha persino contagiato il mercato delle alt-coin (bitcoin anyone?), vedendo la crypto più controversa, addirittura creata per scherzo, aumentare il suo valore a dismisura (prima di diminuire e prendersi una pausa – il Vostro fedelissimo spera vivamente in un picco ancora più alto): il Dogecoin!

Nel delirio più totale e nei conti sempre più in rosso, molti dei broker (ovvero gli enti attraverso cui l’investitore piazza i propri soldi su azioni & co.) hanno sospeso il trading dei titoli schizzati alle stelle, tentando anch’essi di proteggere i loro padroni. Il più celebre, “Robinhood”, ha dovuto far fronte ad una valanga di recensioni negative e molti reclami all’organo statale americano (la SEC) che si occupa di proteggere gli investitori. Molti altri broker hanno avuto “malfunzionamenti” e “problemi tecnici dovuti al volume di trading inusuale” che ha reso impossibile a molti di vendere o comprare in tempo reale, di fatto facendo perdere a tante altre persone opportunità e denaro. Le pagine di assistenza tecnica sono ovviamente state disconnesse.

Vedendo l’andazzo, il mio personale sentore è che il messaggio “oggi Melvin, domani… guardatevi le spalle” andava dato… E immagino che una riforma del sistema di investimenti internazionale sia dietro le porte.

Detto questo: #SendDogeToTheMoon 🚀🚀🚀 !

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Noldor (aka Commodoro), classe ’84, ingegnero, grammar-nazi (ma in un mondo in cui la lingua italiana viene continuamente storpiata, tanto vale darsi dell’ingegnerO). Appassionato di film e serie tv, non disdegna cartoni animati e commedie romantiche, anche se la sua vera passione sono gli horror e i B-movies. Inguaribile buonista, al punto di non riuscire a selezionare le opzioni “cattive” quando nei giochi di ruolo si presenta la scelta. I suoi amici lo definirebbero “nutelloso”. Ultras di PUBG.

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.