Warrior Nun - Recensione prima stagione

Warrior Nun - Recensione prima stagione

Oggi vi porto la recensione della prima stagione di una delle serieTV più discusse degli ultimi mesi. Stroncata dalla critica, Warrior Nun, ha invece riscontrato parecchio successo tra il pubblico, tanto da superare in alcune classifiche di gradimento uno dei successi dello scorso anno: The Witcher.


La serie, tratta dagli omonimi fumetti, ancor prima di essere pubblicata ha creato su di se grosse aspettative non confermate poi nel prodotto finale. 
Molti addetti ai lavori, nelle loro recensioni, hanno criticato la componente "azione" carente nei vari episodi, sopratutto per un titolo, Warrior Nun (Suora Guerriera), che lascia proprio intendere che se le daranno di santa ragione (scusatemi il gioco di parole ).
Io però non sono un critico di professione e proprio per questo posso darvi la mia impressione da semplice spettatore; un giudizio che tiene poco conto dei tecnicismi, ma che è frutto delle sensazioni e delle emozioni che la serie mi ha trasmesso.

7.8Voto KotaWorld.it7.5Trama8Interpretazione6.5Effetti9Soundtracks

Anche io leggendo il titolo mi sarei aspettato effettivamente molta più azione e molte più scene di combattimento ma posso dirvi che alla fine risulta essere ugualmente piacevole e avvincente.
I primi minuti del primo episodio sono a mio avviso la parte peggiore di tutta la stagione. Fortunatamente andando avanti il livello si alza mischiando l'action, alla fantascienza, al teen-drama.
Le prime battute lasciano immaginare una serie alla Shadowhunter, dove la protagonista entra a far parte di un gruppo di guerrieri e acquisiti determinati poteri si getta a capofitto nella lotta contro i cattivi. Fortunatamente però la storia si evolve in maniera piuttosto inusuale offrendo allo spettatore qualcosa di più della solita minestra riscaldata. La protagonista a nostra grande sorpresa comincia a comportarsi non come l'eroe che tutti ci aspettiamo ma come una persona qualsiasi, abbandonandosi semplicemente al turbine delle proprie emozioni. Ed è proprio questo il punto di forza della serie, rompere gli schemi, perchè dipinge un eroe che prima di tutto è una persona che si comporta e reagisce come noi. L'intera stagione serve a dipingere il mondo in cui è ambientata, i conflitti tra Bene e Male, Fede e Scienza, Chiesa e Potere. 
Ricca di colpi di scena, la prima stagione di Warrior Nun consegna allo spettatore delle basi solide e entusiasmanti su cui poter costruire il futuro della serie.

La trama risulta essere ben articolata e abbastanza lineare con qualche regressione in occasione di flash back o visioni. Un plauso particolare per come è stato costruito il character della protagonista, Ava, interpretata alla grande dall'attrice portoghese Alba Baptista. Azzeccatissima la scelta dei monologhi che aiutano lo spettatore ad entrare nella testa di Ava, la quale condivide con il pubblico i propri pensieri e le proprie emozioni. Tutto ciò rende l'eroina di questa storia un'adorabile e semplice ragazzina che pensa e si comporta di conseguenza.
Da rivedere la componente CGI. In alcune occasioni la computer grafica risulta troppo finta e superficiale. Altro neo è la netta differenza di qualità espressiva tra le scene della normale storyline e quelle dei flashback, nettamente più scadenti.
Un elogio particolare invece alla componente Soundtrack, la punta di diamante della stagione. Da segnalare particolarmente la prima e l'ultima puntata dove le soundtracks scelte alzano nettamente il livello di alcune scene (Fantastica "Bring it On" durante la vestizione del nuovo Papa). Azzardo un paragone scomodo, ma posso dirvi che in alcuni casi le soundtrack hanno un impatto sul risultato finale della scena pari alle soundtrack usate in alcune scene dei film Marvel.


In definitiva Warrior Nun ha i suoi difetti, ma ha anche parecchi pregi e si candida ad essere una top serie del futuro...Staremo a vedere se questa volta manterrà le aspettative.

In this life or the next

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Marco Gibilisco aka GbFoNZiE:  webmaster,tecnico informatico e manutentore reti di professione, capo scout, fotografo,noob-gamer e divoratore di serie nel tempo libero.

Ultimi articoli dell'autore: