MOBILE

Harry Potter: Wizards Unite - siamo seri?

Harry Potter: Wizards Unite - siamo seri?

 


Il franchise di Harry Potter nel suo insieme sembra davvero magro in questo momento, alle prese con la commedia teatrale e le aggiunte spesso imbarazzanti (o offensive) dell'autore JK Rowling all'amata serie. Tra l'animazione e gli acquisti di cosmetici, anche il gioco sembra davvero magro.

Ecco quindi per voi un Harry Potter GO!

 

 

Curioso? Si ma solo di sapere se hanno davvero intenzione di sostenere e sviluppare questo gioco, giusto per non arrendersi proprio all'inizio vedremo quante altre storie alla fine potrebbero essere introdotte nel gioco perché il mistero dei London Five non è per niente sufficiente per farmi davvero anche solo provare seriamente questo gioco. 

Insomma davvero un copia-incolla di Pokémon Go di cui nessuno a nostro dire aveva bisogno. Il fascino e la bellezza dei giochi a realtà aumentata sembra essere un bel ricordo del passato ma di certo non qualcosa di nuovo e divertente.

Questi sono i requisiti oggigiorno per avere un briciolo di successo nel mondo del gaming mobile! A cosa stavano pensando gli sviluppatori ed ideatori di questa app? Magari ai fare soldi facili?

Per esempio Pokémon Go offriva almeno creature più intelligenti e obiettivi più accattivante mentre gli alberi delle abilità di Wizard Unite non sono sufficienti per motivarci quasi neanche a tenere l'app nello smartphone. L'unica eccezione degna di nota sono forse le fortezze e quindi Wizards Unite non riesce a giustificarsi ad aver "fatto loro" una tipologia di gioco e mentalità ormai obsolete. Forse i fan più accaniti di Harry Potter saranno in grado di aggrapparsi a quel fascino iniziale di guardare un gufo sfrecciare nella tua posizione, ma quelli che non sono stati "delusi" ​​dagli ultimi sviluppi della serie hanno un gioco mobile piuttosto semplice da esplorare.

Per noi è un grande e sicuro NO!

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Di professione si alterna tra essere un Biologo marino ed docente di Biologia e Chimica in un Liceo. Fin da piccolo è cresciuto seguendo i saggi consigli del padre, un giocatore assiduo di Nintendo 86 (NES) e provando con una grande curiosità ad imparare ogni cosa riguardo la gestione di un computer, il relativo problem solving e la conseguente manutenzione. Fonda i KotA con altri tre intimi amici, gestendo prima il canale discord e dal 2019 dirige questo magazine tramite l'aiuto di cari amici del gruppo KotA staff.
Il suo punto forte? Essere un temibile factotum autodidatta dalla curiosità morbosa. 

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.