GAMES

Despot´s Game - Distopian Army Builder - La recensione

Despot´s Game - Distopian Army Builder - La recensione

Pace e bene a tutti voi, sorelle e fratelli gamer.


Oggi ho l'opportunità di presentarvi un indie di Konfa Games pubblicato da tinyBuild che sicuramente rappresenta una piccola novità nel genere rogue[inserisci qui "like" o "lite" a seconda della sensazione]: Despot's Game - Distopian Army Builder. Ebbene trattasi perlappunto di un gioco in cui si dovrà costruire un'armata di omini stilizzati per combattere temibili robot, verdure incazzose o creature infernali che creeranno il panico nei vostri schieramenti, mentre i tenaci ometti rosa tenteranno di abbatterli a forza di spadate, magie e... Pretzel. Il vostro nemico? Il "despota"! Il vostro obiettivo? Arrivare fino alla fine. Semplice no? No.

Il gioco divide le varie ondate di nemici in stanze di un dungeon attraverso il quale ci si muove tramite porte direzionate verso i quattro punti cardinali... un po' alla "Binding of Isaac". La navigazione è facilitata da una piccola mappa ornamentata da simboli (uno per stanza) e ad ogni stanza (molto spesso) corrisponde un combattimento con delle creature più o meno sintetiche e/o un evento (denotato dai suddetti simboli). All'entrare in una nuova stanza non saprete esattamente con cosa avrete a che fare (salvo se ci sia un boss o meno) e dovrete schierare le vostre truppe su una plancia di gioco a "tile" quadrati nella metà schermo alleata (quella sinistra), mentre la location dei mostri sarà indicata sui tile della parte destra. Una volta preparati per il combattimento, al click di "fight", i vostri combattenti scateneranno l'inferno... O moriranno male, tutto dipende dalla vostra abilità nello schieramento e nella composizione della squadra. Tale composizione è possibile grazie all'assegnazione di una e una sola arma agli omini che ne sono sprovvisti e ad ogni arma corrisponde un particolare effetto o modalità di attacco, ma anche modifiche delle "stats" dei simpatici protagonisti.

Come si ottiene dunque equipaggiamento e "personale"? Molto spesso, una volta concluso il combattimento (ma anche all'inizio di un nuovo livello di dungeon), viene presentata la scelta di poter comprare "niubbi" (ovvero omini pixxellosi rosa che non sono provvisti di armi) e diverse armi. Gli acquisti vengono fatti grazie ai crediti, la valuta guadagnata grazie alla vittoria sui nemici stanza dopo stanza. All'inizio il "mercato" non sarà molto fornito e gli oggetti presentati avranno una bassa percentuale di possibilità di essere potenti o rari. Ad ogni modo, sarà possibile migliorare questa probabilità grazie al level up del suddetto mercato, anch'esso realizzabile grazie a un investimento. Alla lunga, avrete a disposizione una quantità enorme di oggetti (si va dalle semplici spade ai frigoriferi, dalle balestre ai pretzel, dai raggi della morte alle...tavole periodiche degli elementi) grazie ai quali aumenterete le vostre chance di vittoria, per la quale i pupazzetti vi saranno eternamente grati.

Mettete da parte abbastanza vittorie e gli omini cresceranno addirittura di livello! A quel punto vi toccherà cercare di salvaguardarli assumendo amichetti curatori (o perlomeno io così ho tentato di fare, con risultati non esattamente ottimi). Equipaggiate differenti oggetti appartenenti ad una classe ad un certo numero di omini e verrà invece sbloccata una certa abilità di quella classe! Ad esempio: con un certo numero di spadaccini armati di spade diverse, ogni attacco di tutti gli appartenenti a questa classe farà danno in una piccola area invece che solo al bersaglio. Attenzione però: alcune abilità si attivano solamente tramite l'utilizzo del mana e a volte non averne abbastanza potrebbe risultare fatale (specie ai maghi).

Come cercare dunque di evitare di andare incontro a destini infelici? Mutazioni genetiche. Lo diceva persino Darwin! Durante il gioco verrà infatti offerta l'opportunità di spendere crediti per acquistare tali mutazioni, che de facto rappresentano un miglioramento per tutti i combattenti (come ad esempio: tutti i "niubbi" si mettono a scappare via se attaccati, attirando l'ira dei nemici). A volte avrete persino la fortuna di ottenerne alcune gratis alla fine di un combattimento e se vi dice bene come ha detto sempre a me potrete contare sul potenziamento di classi corpo a corpo quando avete solo cecchini e viceversa.

Ultima ma non ultima questione gestionale di Despot's Game è il rapporto dimensione dell'esercito/cibo. Come se il gioco non fosse abbastanza crudele nei confronti di noi gamer, l'umano di fronte alla tastiera sarà costretto a dover gestire il cibo a disposizione che i pixxellosissimi combattenti trangugieranno passando da stanza a stanza. Pena il depotenziamento dell'esercito. Sarà possibile ottenere cibo accedendo ad aree con un mercato apposito o... sacrificando le vostre cavie rosa (Soylent Verde anyone?).

In generale il gameplay è semplice, anche se la fortuna nell'ottenere particolari oggetti detta gran parte dell'esperienza di gioco. Diversamente da "The Binding of Isaac" qui non c'è abilità nel giocare che tenga e round dopo round ammetto che possa risultare frustrante. Per come la vedo io anche il posizionamento iniziale dell'esercito non rappresenta un momento del gioco di grande definizione tra un combattimento vinto ed uno perso: parecchi nemici creeranno scompiglio tra le fila dei combattenti, quindi spesso ci si trova a dover riutilizzare le posizioni scelte. Oltretutto, quando si hanno parecchi omini a disposizione, il posizionamento diventa quasi inutile e noioso. Il sistema di gioco è ben curato e l'opportunità di sbloccare nuovi oggetti ed abilità man mano che si gioca conferisce al titolo di Konfa Games una discreta longevità... Se si ha la pazienza di perdere molto per arrivare finalmente all'agognato livello finale.

Purtroppo, malgrado l'apparenza "old school" (che adoro), io non sono stato capace di apprezzare la grafica dalla palette spenta e fredda, pertanto non mi sono goduto appieno le ore di gioco passate su Despot's Game. C'è da dire che il titolo sia ancora in early access e può migliorare ancora parecchio e per fortuna perlomeno il prezzo su Steam non è eccessivo.

Noldor out.

6.3Voto KotaWorld.it6Grafica5Gameplay8Ottimizzazione

KotaWorld - Autore
Qualche informazione a riguardo

Noldor (aka Commodoro), classe ’84, ingegnero, grammar-nazi (ma in un mondo in cui la lingua italiana viene continuamente storpiata, tanto vale darsi dell’ingegnerO). Appassionato di film e serie tv, non disdegna cartoni animati e commedie romantiche, anche se la sua vera passione sono gli horror e i B-movies. Inguaribile buonista, al punto di non riuscire a selezionare le opzioni “cattive” quando nei giochi di ruolo si presenta la scelta. I suoi amici lo definirebbero “nutelloso”. Ultras di PUBG.

Ultimi articoli dell'autore:

Il nostro canale 

 

 

 

 

Twitchers Affiliati Kotaworld.it

maddie_lena  Ita_DearMax

 

Autori KotaWorld.it - Clicca per scoprire chi sono

/images/Editors2/Arnitxe/arnitxe_scritta.jpg

/images/Editors2/Eughenos/eughenos_scritta.jpg

gbfonzie

/images/Editors2/Lemon/lemon_scritta.jpg

/images/Editors2/Noldor/Noldor_scritta.jpg

Ryuk1980

Ale bn

/images/Editors2/Stain/Stain_bn.jpg

/images/Editors2/Ubi/ubi_bn.jpg

war bn

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.